Aggiungi un posto a tavola…

Ormai stanno aumentando sempre più le aziende che propongono le loro versioni dei tablet per cercare di fermare il dominio dell’ iPad , il dispositivo della Apple che sta infrangendo ogni giorno che passa nuovi record di vendita negli Stati Uniti , in attesa del suo debutto sul mercato nel Regno Unito e , soprattutto , in Italia , anche se non si conosce ancora quale sarà la compagnia telefonica che possiederà un’ eventuale esclusiva nel lancio nel nostro paese della tavoletta dell’ azienda di Cupertino…

Comunque , dopo il fortunato debutto dell’ iPad , in questa giungla dei tablet Hp è stato il primo marchio ad agire subito , annunciando nel CES 2010 la sua prima creatura in questo segmento , ovvero Slate , che punta su alcune caratteristiche che invece mancano nella sua più diretta rivale , come la presenza di due fotocamere e di un processore Intel Atom , ripreso direttamente dai netbook.

Nella stessa conferenza anche un’ altra importante azienda aveva mosso i suoi passi , la Lenovo , annunciando l’ imminente rilascio dell’ IdeaPad Hybrid U1 , una sorta di via di mezzo tra i tablet ed i computer ultraportatili ; non sta a guardare nemmeno Asus , l’ azienda che ha lanciato per prima sul mercato l’ EEEPC , starebbe progettando il suo concept di tavoletta , col nome in codice EEEPAD.

Anche se sembrano che i marchi in questo momento più pericolosi per Apple siano Archos e Google. Per quanto riguarda il primo , è stato annunciato il rilascio entro fine 2010 – inizio 2011 di sei nuovi modelli di tablet , con dimensioni dello schermo variabili ( si parte dai 3 pollici fino ai 10 pollici ) , ma tutti basati su sistema ARM. Il sistema operativo prescelto potrebbe essere , ancora una volta , il noto Android.

Passando a Google , invece , circolano voci riguardanti un prototipo basato su sistema operativo proprietario ( Android oppure Chrome OS ? ) , la cui caratteristica principale è quella di essere utilizzato come lettore di libri, giornali e riviste in formato elettronico.

Più si è meglio è ?

Davide D’Alessandro