Cagliari, esonero Allegri: con chi si è accordato l’ex-tecnico?

Tiene ancora banco in casa Cagliari, il giallo legato all’improvviso licenziamento di Massimiliano Allegri. Il tecnico è stato esonerato in tronco a 5 giornate dalla fine con i rossoblù già salvi e contenti. Chi avrebbe potuto immaginare una situazione simile il 21 febbraio scorso, data dell’ultima vittoria sarda in campionato? Gli isolani andavano fortissimo, Allegri era, ed è tuttora, corteggiatissimo da diverse squadre importanti e aveva perfino ricevuto il premio Panchina d’Oro a Coverciano. Lunedì qualcosa è scattato in Cellino, un’impressione, una conferma, un dubbio: non si sa. Il dato reale è che il tecnico è stato licenziato e la squadra è stata assegnata al duo Melis-Festa. Ma spuntano interessanti prospettive alle spalle di questo misterioso episodio.

Entrambi i protagonisti, patron e allenatore, rimangono abbottonati sulla vicenda, ma pare che dietro la cacciata di Allegri ci sia un tradimento professionale. Vero è che tanti club importanti richiedevano l’invidiato manager di Cellino per la prossima stagione, Milan e Juventus per fare qualche esempio. E vero è che negli ultimi due mesetti il Cagliari sia calato sensibilmente di prestazioni e risultati. Il Presidente cagliaritano deve aver fatto due più due e ha pensato che l’interesse per il suo allenatore lo stesse distraendo dalla sua attuale formazione. Ecco perchè, Cellino ha voluto la “prova del 9”, proponendo il rinnovo del contratto al suo tecnico. E’ arrivato il rifiuto, il numero 1 sardo si è visto confermare alcuni dubbi e ha esonerato in malo modo Allegri.

Ma nonostante tutto, restano gli interrogativi: quali sono le chiavi di lettura di questo episodio, più precisamente, con chi si sarebbe accordato l’allenatore per la prossima stagione? Il cerchio si è ristretto a due squadre: Juventus e Fiorentina. A Torino avrebbero pensato a lui nel caso fallisse l’opzione Benitez e di certo, dopo due anni in Sardegna, questo salto poteva essere fatto. Il risvolto viola invece, potrebbe essere uno scoop. Voci di spogliatoio rossoblù, affermano che Firenze sarebbe gradita ad Allegri e questo pregiudica le conferme di Prandelli sulla panchina toscana. Insomma, quest estate gli allenatori saranno protagonisti del mercato, almeno quanto i giocatori.

Giuseppe Greco