Capolavori greco-romani a Palazzo Altemps: a Roma Dioniso e Papposileno

 

Da oggi una delle sedi del Museo Nazionale Romano, quella di Palazzo Altemps, ha due “ospiti” di particolare riguardo: il satiro Papposileno e il dio Dioniso.

 

Il Museo Nazionale Romano raccoglie nel centro di Roma un patrimonio artistico di grande valore per appassionati e studiosi dell’arte antica. Palazzo Altemps ospita diverse collezioni (Altemps, Mattei, Boncompagni Ludovisi…), che erano di proprietà delle ricche famiglie romane.

 

Palazzo Altemps

Una tradizione di collezionismo che arriva fino ai giorni nostri, sia pure con i cambiamenti legati al trascorrere del tempo

La maschera di Papposileno e la statua di Dioniso sono state messe a disposizione dalla Fondazione Sorgente Group che potrà ammirarle fino al 18 luglio a Palazzo Altemps, non lontano da piazza Navona.

La fondazione ha comprato i due capolavori dell’arte greco-romana per arricchire la propria collezione d’arte. Tra gli obiettivi della fondazione, però, ci sono anche la promozione e la conservazione dei beni culturali.

Per questo ha contribuito al restauro della statua di Dioniso, seguendo le direttive della Soprintendenza speciale per i beni archeologici di Roma.

 

Dioniso, dio del vino, dell’ebbrezza e dei piaceri della vita, in questo caso è ritratto con un’insolita aria malinconica. Risalente al II secolo d.C., si ipotizza che la scultura in marmo bianco si trovasse nel giardino di una ricca casa romana dell’epoca dell’imperatore Marco Aurelio. Il suo valore è stato attestato dalla Soprintendenza archeologica di Roma, che ha seguito il suo restauro nel 2009.

La maschera in bronzo di Papposileno, invece, è più antica (I secolo a.C.) e era usata durante gli spettacoli teatrali. Raffigura un satiro con folta barba e ghigno spaventoso. Era tuttavia, secondo la tradizione, il più anziano e saggio del seguito di Dioniso che accudì il dio da bambino. La maschera del satiro è stata recuperata in mare, a fine Ottocento entrò a far parte della collezione Joannes Behrens di Brema, in seguito fu acquistata da un collezionista berlinese. Il suo “viaggio” si è concluso in Italia dopo l’acquisto della Fondazione Sorgente Group.

I visitatori possono accedere al Museo Nazionale Romano tutti i giorni della settimana, ad eccezione del lunedì, dalle 9 alle 19.45.

 

L. Denaro