Home Spettacolo Silvia Zanchi, ora naufraga, un tempo valletta

Silvia Zanchi, ora naufraga, un tempo valletta

Si è spesso parlato di come i Non Famosi più celebri della tv siano tutt’altro sconosciuti: se infatti tra i Nip de L’Isola dei Famosi Dario Nanni e Aura Rolenzetti sono e sono stati modelli (quest’ultima ha avuto anche un flirt in passato con Valentino Rossi) e Davide Di Porto è in realtà una celebrità di Youtube con i suoi corsi su come diventare belli e palestrati, adesso si è scoperto che anche la biondina Silvia Zanchi ha alle spalle delle esperienze nel mondo dei media, e nello specifico in quello della televisione.

Con una breve ricerca su Youtube si può infatti scoprire che Silvia ha partecipato a un programma della televisione privata Antenna3, Tifo e Arena, risalente al 2007. Una futura naufraga dall’aria un po’ svampita, il trucco troppo pesante, e un figurino magrissimo (non frutto dunque delle sofferenze dell’Isola, come hanno suggerito il padre e la madre nella puntata andata in onda ieri sera). La grazia e la disinvoltura non sembrano essere il suo forte: un’ostentata spontaneità che non potrebbe ingannare nessuno è il tocco finale alla presentazione che Silvia dà di sé.

Così adesso ci sarà qualcuno a gridare alla truffa e all’inganno, visto che i Non Famosi, se non scelti sul metodo “mi manda Picone”, di sicuro si sono guadagnati il titolo di naufraghi grazie a una capacità di intrattenere già comprovata (in realtà forse nel caso di Silvia Zanchi bisognerebbe pensare il contrario), superando in modo non proprio corretto gli altri candidati ai provini. D’altronde, è piuttosto ovvio che questi siano stati privilegiati dal loro modo di porsi al pubblico che in passato si era dimostrato più o meno favorevole. Se non altro, per la timida Silvia sembra che queste evidentissime doti siano servite a superare nel televoto della scorsa settimana il mai sconfitto Davide Di Porto, riconosciuto molto twmpo prima dai propri fans che nonostante questo non si sono dimostrati così fedeli. Tv batte internet 1-0.

Rossella Mazzanti