Google continua a crescere e investire, più di 26 miliardi di dollari in cassa

Google ha ottenuto performance molto buone nel primo trimestre, con il 23% di crescita nelle entrate anno su anno. Guardando al futuro, rimaniamo impegnati in forti investimenti in innovazione, tanto per stimolare la crescita del nostro core business e dei business emergenti, quanto per costruire il futuro del web aperto”. E’ quanto affermato da Patrick Pichette, CFO (Chief Financial Officer) Google, in riferimento ai dati trimestrali dell’azienda.

I numeri mirabolanti, che si riferiscono all’inizio del 2010, sono stati resi noti dalla stessa Google ed hanno confermato, ancora una volta, la solidità di un gruppo che continua a crescere in fatturato e a investire in nuovi mercati, soprattutto in quello del mobile. A Mountain View parlano di guadagni traducibili in 6.77 miliardi di dollari nel primo trimestre del 2010, cifre in netto miglioramento rispetto ai 5.51 del primo trimestre dell’anno passato. Per quanto riguarda le entrate dai siti propri del gruppo si arriva a 4.44 miliardi (+20%), il 66% del totale. A tutto ciò, vanno aggiunti i 2.04 miliardi (+24%) riconsegnati da AdSense, il servizio di banner pubblicitari offerto da Google.

Gli utenti ‘cercano’ parecchio, il clickthrough (i click andati a buon fine) è, infatti, positivo ed il cash-flow (differenza tra tutte le entrate e le uscite monetarie) non può che aumentare. L’azienda resta, dunque, molto costante e dimostra grande continuità. Attualmente possiede in cassa la bellezza di 26.5 miliardi di dollari. 20621 sono, invece, i dipendenti, in forte crescita rispetto ai 19835 rilevati lo scorso 31 dicembre.

Se tutti i dati appena comunicati rafforzano l’ottimismo in casa Google, diversi sono gli effetti a Wall Street: le azioni, arrivate a sfiorare i 600 dollari, sono scese a 566 dollari. In pratica per la borsa, la crescita e gli introiti di Google non sono sufficienti per creare una buona occasione di investimento per risultati immediati.

Mauro Sedda