Goldman Sachs: il titolo crolla a Wall Street dopo l’accusa di frode da parte della Sec

Un sospetto che diventa accusa e che impiega ben poco a far crollare il titolo in borsa. Ieri mattina, la Sec ( Securities and Exchange Commission) ha formulato il capo d’accusa contro la Goldman Sachs rea, prima dello scoppio della crisi finanziaria, di aver truffato i suoi clienti sul mercato subprime.

Da tempo alcuni rumors sostenevano che la Goldman Sachs si era resa protagonista di comportamenti scorretti legati al gioco al ribasso sugli stessi titoli che aveva in un primo tempo venduto. Voci che la Goldman Sachs aveva sempre tempestivamente smentito sia sul mercato che attaverso la stampa.

La Sec non si è però limitata a formulare l’accusa ma ha anche rivelato alcuni dettagli sconosciuti. Esce allo scoperto che la Goldman Sachs avrebbe effettuato questo tipo di operazioni per conto di John Poulson, grande gestore di Hedge Funds, ma senza regolarizzare la pratica come viene previsto dalla legge. La Sec ha fatto anche il nome di Fabrice Tourre, come persona incaricata a gestire questo tipo di operazioni. Per il momento John Poulson non è stato ancora chiamato in causa direttamente.

In poche ore, il titolo Goldman Sachs ha perso il 12,64% e a Wall Strett si teme che anche altri possano subire le stesse conseguenze vista le indagini approfondite da parte della Sec. Il botta e risposta tra Sec e Goldman Sachs si è materializzato nelle dichiarazioni dei rispettivi vertici societari. Robert Khuzami, responsabile della sezione coercitiva della Sec ha riferito che il prodotto finanziario, venduto in quelle occasioni dalla Goldman Sachs, era nuovo e complesso ma che nell’attuazione si sono verificate manovre di occultamento vecchie e semplici. La Goldman Sachs, attraverso un aggressivo comunicato, ha fatto sapere che le accuse sono prive di fondamento sia per quanto riguarda i fatti che nelle componenti giuridiche.

Il prodotto in questione sarebbe il “collateralized debt obligations” sintetico, uno strumento in grado di raggruppare diversi portafogli mutui, molti dei quali relativi al mercato subprime.

Stefano Valigi