Tinto Brass: nessuna emorragia, solo accertamenti

Alcune agenzie di stampa avevano comunicato un ricovero del regista Tinto Brass per un’emorragia cerebrale. Il figlio, però, ha smentito: si è trattato di un “ricovero per accertamenti”.

Il regista dell’erotismo avrebbe raggiunto l’ospedale di Vicenza, dove si è ricoverato, con le “proprie gambe” e il figlio Bonifacio ha subito informato l’ufficio stampa del padre riguardo al motivo del ricovero:  si tratterebbe esclusivamente di “accertamenti”.

I fan di Tinto Brass, la cui carriera erotica ha subito una svolta con “La Chiave” e “Così fan tutte”, possono dunque stare tranquilli.

Simona Leo