Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica La Russa: Fini resterà nel Pdl

La Russa: Fini resterà nel Pdl

Non poteva mancare, dopo quella dei colleghi, l’opinione di un illustre ex An come Ignazio La Russa, attuale ministro della Difesa nel governo Belrusconi. Ed infatti, dalla pagine del Corriere Della Sera, il coordinatore del Pdl è tornato ad analizzare la situazione all’interno di un partito che sembra sull’orlo di una crisi di nervi. Fra ipotesi di scissioni e possibili trattative per sarlvare la faccia, La Russa coltiva in cuor suo una certezza: Fini resterà nel Pdl.

Intervistato da Paola Di Caro, giornalista del quotidiano di via Solferino, il ministro La Russa, che conosce Gianfranco Fini “da 36 anni, tutti passati a condividere ogni grande decisione”, ci tiene a ribadire con decisione il suo punto di vista: “Non è vero che Fini ha deciso di uscire dal partito“. Questa è una possibilità che l’ex An non vuole “nemmeno prendere in considerazione”, nonostante sia già in voga tra i finiani doc come possibile soluzione per uscire dall’impasse venutasi a creare.

La Russa pare essere convinto del fatto che il Pdl sia un partito solido e vincente, un soggetto da rafforzare per il bene del paese e non da sottoporre a insanabili divisioni interne: “Non ci sto a frammentare un’esperienza vincente che va invece rafforzata come quella del Popolo della Libertà”. Per il ministro è comunque innagabile che ci siano dei problemi interni al partito che meritano di essere affrontati e risolti il prima possibile, senza bisogno di ricorrere alle liti televisive.  Lo stesso La Russa considera verosimile l’ipotesi della creazione di una minoranza finiana nel Pdl: “Può essere – dice – un passaggio in vista del congresso”. Non è quindi da escludere che ci possano essere delle importanti novità che potrebbero avere ripercussioni anche sulla stabilità dell’attuale governo.

Di Marcello Accanto