Mp3 HD: Ti saluto, caro vecchio…Mp3!

Mp3 – per esteso Motion Picture Expert Group-1/2 Audio Layer 3 – conosciuto anche come MPEG-1 Audio Layer3, è un algoritmo di compressione audio che permette la riduzione – in maniera notevole – della quantità di dati necessari per la memorizzazione del suono.
Nonostante la compressione, tuttavia, il file Mp3 riesce a mantenere uno standard qualitativo decente, e comunque fedele al file originale non compresso.
La compressione dei file, negli anni è diventata una vera e propria esigenza, vista la necessità di spedire immagini, filmati e suoni nel minor tempo possibile.
L’Mp3 deve le sue origini ad un progetto, finanziato dall’Unione europea, presso la DAB, che prese il nome di EU-147, attivo dal 1987 al 1994.

Nell’anno 1991 gli standard proposti erano due: Musicam e ASPEC. Quest’ultimo presentava diverse analogie con il formato Mp3.
Era il 1992, gli argoritmi furono completati con la sigla MPEG -1 per merito di un gruppo di lavoro, guidato da Karheinz Brandendurb e Jürgen Herre, che “mescolò” le proprie idee  con quelle degli studi condotti per Musicam e ASPEC
Nel 1993, l’ISO – l’ente internazionale che fissa gli standard industriali in tutto il mondo – rese note le specifiche audio di Mpeg-1.
Avevamo l’Mp3!
L’introduzione del nuovo formato, rappresenta tutt’ora uno stravolgimento nel mondo tecnologico e musicale.
Altre innovazioni arrivarono nell’anno 1997, quando divenne operativo lo standard internazionale conosciuto come Mpeg-2, che portava con se significative innovazioni.
Avevamo tutto ciò che serviva, l’innovazione era compiuta.
Ma ora?

Ora è il momento di fare spazio, un po’ come il mediano di Ligabue bisogna “andare e fare posto” perché è il turno dell’Mp3HD!

La notizia arriva direttamente da uno dei detentori del brevetto per l’Mp3, che annuncia la disponibilità del nuovo formato.
Quest’ultimo consente l’identica riproduzione dell’audio così come la si sente sul Cd, senza alcuna perdita e con campionamenti massimi di di 44.1-48 kHz / 16 bit.
Nel file Mp3HD, inoltre, è contenuto il classico file Mp3 in modo da consentire la compatibilità con gli attuali lettori che non supportano l’HD.
La notizia sorprendente riguarda le dimensioni del file che possono arrivare oltre i 20 MB!
Nel frattempo è stato rilasciato un Plugin per Winamp per la riproduzione del nuovo formato; il nuovo codec Mp3 è già disponibile e comprende  un decoder e un encoder  per la compressione dei file Wave in Mp3 HD.
Schieratevi dunque: fedelissimi al buon vecchio Mp3, o amanti della nuova “music experience”?

Folino Lorenzo