Montezemolo ai giovani: Non state a guardare

Ogni euro recuperato dall’evasione fiscale lo dobbiamo andare a mettere, automaticamente, in favore di una riduzione delle tasse”. Così il presidente della Fiat, Luca Cordero di Montezemolo, partecipando ieri sera a Firenze a un incontro dell’Osservatorio permanente Giovani-Editori, ha proposto la sua ricetta per ridurre la pressione fiscale.

“Si tratta di una proposta che può sembrare piccola – ha continuato il patron della Ferrari – ma che è seria” perché, ha spiegato Montezemolo, ”se sapessi che se pago le tasse, poi queste vengono diminuite grazie al mio sforzo…”, le pagherei con più convinzione. “Cominciamo a recuperare tutti i soldi dell’evasione – ha ribadito il presidente di Fiat – In Italia serve più competizione, sono contento della sfida con NTV; anche i treni Fs ne avranno benefici. Non potete immaginare – ha quindi confessato Montezemolo, rivolgendosi alla platea dei giovani editori – il muro di gomma che troviamo per essere messi nelle pari condizioni di competere”.

Il presidente della Fiat ha quindi illustrato i motivi che, a suo avviso, contribuiscono ad esasperare la disaffezione dei giovani per la politica nazionale. “Si parla di politica e di grandi riforme – ha polemicamente osservato – come di un prodotto di largo consumo, come di una saponetta. A questo si aggiunge che i protagonisti sono quasi sempre gli stessi e i temi in campagna elettorale e sui giornali sono lontani dalla realtà“.

Secondo Montezemolo, è quindi “comprensibile questa lontananza dei giovani dalla politica, però dico anche – ha aggiunto – che se continuano così, poi i giovani non potranno più lamentarsi se questo Paese non cambierà mai”. E per enfatizzare il concetto, il presidente della Fiat ha segnalato l’allarme astensionismo (presso i giovani elettori), ricorrendo a un’immancabile metafora sportiva.

“Anche in Francia – ha notato – c’è stato astensionismo, ma quello che più mi ha preoccupato è il fatto che in Italia l’astensionismo tra i giovani è quattro volte superiore alla media. Allora dico ai giovani: o fate come quegli sportivi che stanno in tribuna e stanno a guardare e criticano, oppure – ha concluso Montezemolo – vi assumete le vostre responsabilità“.

Maria Saporito

Notizie Correlate

Commenta