Se non c’è MotoGP c’è TwitGP

La decisione presa dalla Dorna di rimandare in autunno la gara di Motegi a causa dei forti disagi provocati dalle ceneri vulcaniche ha scatenato il “panico” e l’ “ansia” tra gli appassionati i quali, disperati, hanno inventato un modo per sopravvivere: TwitGP.

L’intento è proprio quello di sostituire la gara del Giappotne con una gara virtuale di MotoGP a cui parteciperanno, sembra, nomi eccellenti come per esempio uno dei meccanici di Valentino Rossi, il pilota della Moto2 Scott Redding, la tv Eurosport, il team Yamaha e il leggendario commentatore Toby Moody.

TwitGP è un fenomeno in crescita che conta già circa 4400 utenti.

Per avere delle informazioni basta andare sul sito www.twitter.com/twitgp.

Fiorenza Ciribilli