Il Consiglio comunale dei bambini incontro gli anziani del centro Pilastro a Viterbo

Lo avevano messo in programma ed hanno rispettato l’impegno: il  consiglio comunale dei bambini e dei ragazzi ha incontrato  gli anziani del Centro Sociale Polivalente del Pilastro.

Ne è sortito un pomeriggio di festa, un bel momento di aggregazione dove grandi e piccoli  si sono trovati su un tema comune , quello del gioco e  delle merende, ma non quelli di oggi: su via Minciotti, chiusa al traffico per l’occasione e con l’attenta vigilanza del Gruppo di Protezione Civile del Comune, erano disegnati in terra il percorso per giocare a tappetti, la campana, il ruzzolone, lo stornarello e non mancavano due “nonni” a far ruotare la corda per il tradizionale salto .

Il Centro  del Pilastro, da parte sua, non si è davvero risparmiato: sono state allestite mostre fotografiche sull’attività della struttura ed esposte le poesie degli  iscritti, presenti in gran numero ad accogliere i loro “nipoti” virtuali.

 I consiglieri , sindaco e vicesindaco in testa, hanno dimenticato per una volta i videogames   e si sono cimentati con successo nei giochi di una volta.

Una energia allegra e contagiosa, che ha coinvolto tutti.

Gli anziani hanno descritto, anche in dialetto viterbese, le merende di un tempo e le loro sensazioni di bambini : chi non ricorda ( giustificati quelli sotto i 40) la felicità di addentare pane e zucchero dopo aver vinto un torneo di tappetti?

I partecipanti si sono poi incontrati all’interno della sede del Centro, con l’assessore Vito Guerriero, il presidente del Pilastro Barozzi e il vice Barghini.

Il baby sindaco Jacopo  Vitali ha consegnato al Centro una targa ricordo con un grande “grazie” a ricordo dell’incontro e ha detto che l’intenzione del consiglio dei ragazzi è di fare di questo evento un appuntamento annuale ricorrente nei programmi dell’assemblea dei giovani.

L’assessore Guerriero , sottolineando la funzione  determinante della struttura per la sua capacità di aggregazione, fondamentale per la serenità e la motivazione dei “leoni d’argento” di Viterbo e  ricordando che la tessera n° 500 del Centro del Pilastro è stata consegnata al Vescovo, ha dichiarato di voler prendere la n° 501, per essere maggiormente coinvolto nell’ entusiasmo , nella vivacità, nelle belle attività  del Centro.

Poi, merenda per tutti, naturalmente, in attesa dei prossimi impegni in programma per i ragazzi del consiglio: la partecipazione a S. Pellegrino in Fiore  , l’incontro con il consiglio comunale  dei “grandi”,la giornata delle buone regole e l’operazione di beneficenza che li vedrà reperire l’olio d’oliva  per consegnarlo alla Caritas .

Wanda Cherubini

Notizie Correlate

Commenta