Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Politica L’Aquila boccia Bertolaso: niente cittadinanza onoraria

L’Aquila boccia Bertolaso: niente cittadinanza onoraria

La IV commissione Statuto e regolamenti del Comune dell’Aquila ha bocciato martedì pomeriggio la proposta per la cittadinanza onoraria a Guido Bertolaso, capo della Protezione civile. Il sottosegretario, com’è noto, è stato tra i principali artefici del coordinamento dei primi soccorsi al capoluogo abruzzese dopo il sisma dell’aprile dell’anno scorso. Nonché personaggio discusso dell’ambiguo sistema – definito gelatinoso – grazie al quale sarebbero stati affidati gli appalti di grandi opere con discrezionalità dubbia.

Promotore della richiesta di cittadinanza è stato il movimento “Rialzati L’Aquila“. Malgrado ciò, ai due voti favorevole dei consiglieri Enrico Verini e Roberto Tinari hanno risposto i quattordici voti contrari e l’astensione del consigliere Luigi D’Eramo (in quota La Destra). Toni d’assenso sono giunti da parte di rappresentanti di comitati cittadini nati spontaneamente all’alba del tragico sei aprile, una fra tutti la nota “3e32“.

E’ Sara Vagni, la portavoce del comitato aquilano, a spiegare positivamente le ragioni della bocciatura: “Sembra giusto da parte di un organo consiliare prendere una decisione di questo tipo – spiega – e questo per due motivi: da una parte riservare un riconoscimento di questo tipo ad una sola persona significherebbe escludere tutto quel sistema di volontari che ha lavorato nelle prime fasi dell’emergenza; la seconda ragione – prosegue Vagni – è che l’assistenza alla popolazione cittadina rappresenta un diritto e non qualcosa che più volte è passato come un “regalo” da parte del governo e della Protezione civile“.

“Con una disposizione come questa – dichiara ancora la portavoce, che estende il discorso –  il consiglio comunale ha dimostrato di saper decidere in maniera autonoma e sapersi ritagliare quella parte politica e decisionale che gli era stata preclusa all’indomani del terremoto”. Il Governo, attraverso il ministro Giovanardi, si dice perplesso: “È difficile infatti comprendere come la Giunta comunale abbia esposto Guido Bertolaso proponendo al consiglio la cittadinanza onoraria”.

Vincenzo Marino

Comments are closed.