Mondiali di calcio in Sudafrica: rischio traffico sessuale di minori

SUDAFRICA – I mondiali si avvicinano. La festa del calcio, che l’11 giugno prossimo avrà il suo calcio d’inizio, preoccupa le associazioni che sensibilizzano per il problema del traffico internazionale di persone e di bambini. Comincia oggi la Campagna di sensibilizzazione “Mondiali Sudafrica 2010: tutti in campo contro il traffico di bambini”, patrocinata dal Segretariato Sociale Rai e dal Ministero del Turismo e promossa da ECPAT, organizzazione internazionale che contrasta il fenomeno del turismo sessuale a danno dei minori e da Terre des Hommes, leader internazionale in questo campo.

Tra i demeriti del Sudafrica viene annoverata la piaga del traffico sessuale minorile. La nazione africana è tra le mete più ambite per il turismo sessuale. Il rischio di finire nella trappola di questo traffico, riguarda bambini già vittime di sfruttamento e povertà. Nel mese estivo si prevedono 2.7 milioni di spettatori e tra questi ci potrebbero essere persone poco interessate alle vicende calcistiche.

Le preoccupazioni di Terre De Hommes ed Ecpat riguardano soprattutto il fatto che il Sudafrica non si è ancora dotato di una vera legge antitraffico. Non c’è un decreto che punisca con forza questo vile reato. Durante tutto lo svolgimento dei Mondiali, le scuole saranno chiuse e questo costituisce un ulteriore elemento di rischio che incrementerà la prostituzione minorile e l’accattonaggio, visto che i bambini si riverseranno nelle strade senza alcun controllo e protezione.

Purtroppo si tratta di un vero affare per questi loschi manigoldi. Il guadagno prodotto dal commercio di esseri umani è terzo, per grandezza, solo a quello delle armi e della droga. Ogni anno 2,1 milioni di bambini sono scambiati con l’intento di sfruttarli sessualmente o per sottoporli a lavori pesanti. Circa l’80% del traffico dei minori finisce nella lobby internazionale dei pedofili. Il fatturato annuo complessivo del commercio di donne, uomini e bambini,  si aggira intorno ai 32 miliardi di dollari.

Alessandro Frau

Notizie Correlate

Commenta