Home Notizie di Calcio e Calciatori

Roma, Ranieri: “Meglio aver interrotto la striscia positiva in Coppa”

CONDIVIDI

Dopo sei mesi di imbattibilità, l’ultima sconfitta risale al 28 ottobre 2009 proprio in terra friulana,  la Roma esce perdente contro una squadra italiana. Una battuta d’arresto senza conseguenze e che, anzi, regala la sesta finale di Coppa Italia delle ultime otto stagioni alla  compagine guidata da Claudio Ranieri; prevista per il prossimo 5 maggio allo stadio  Olimpico contro l’eterna avversaria degli ultimi anni, vale a dire l’Inter.  Già approdata alla finale grazie alla doppia vittoria nei confronti della Fiorentina.

La Ro­ma non ha mai dato l’impressione di poter fallire l’obiettivo, anche se nel finale i bianconeri sono andati vicino al gol che avrebbe significato tempi supplementari:  “È stata una ga­ra difficile, loro attraver­sano un gran periodo di forma. Sapevamo che ci avrebbero fatto sudare, che avrebbero fatto la par­tita dell’anno. L’arbitro è stato un po’ severo con noi, in proporzione ha fischiato dieci falli a noi e uno a lo­ro… Noi abbiamo disputa­to una gara ordinata, sia­mo stati pragmatici. Dove­vamo tirare di più, essere più pericolosi. Ho fatto ri­posare alcuni giocatori importanti in vista dei prossimi impegni di cam­pionato. Alla fine abbiamo sofferto troppo. E’ meglio aver interrotto la serie po­sitiva qui, è una sconfitta indolore, l’importante è non fermare la striscia po­sitiva in campionato».

Nelle battute conclusive del match Ranieri ha perfino cercato di vincere la partita inserendo l’uomo del momento, Mirko Vucinic: “Alla fine ho cercato anche di vince­re, quando ho messo Vuci­nic. Ho pensato di sfrutta­re la stanchezza dei loro centrali con Mirko. Tutto è bene quello che finisce be­ne. Complimenti all’Udi­nese, che ha disputato un’ottima gara. Ha avuto un campionato negativo, ma è incredibile che con questi giocatori non stia a lottare per traguardi più importanti”.

Intanto buone notizie arrivano anche da parte del Casms, infatti, i  tifosi della Roma potranno seguire la squadra a Parma il 1° maggio. È quanto ha deciso il Comitato di analisi per la sicurezza delle manifestazioni sportive (Casms) del Viminale, dopo la riunione dell’Osservatorio presieduta dal ministro dell’Interno Roberto Maroni e nella quale sono stati analizzati gli ultimi episodi di violenza verificatisi prima e dopo il derby Lazio-Roma. Ciascun tifoso ospite potrà acquistare un singolo biglietto.

Paolo Piccinini