The Earth Day: poche regole, molti vantaggi

Si celebra oggi 22/04/2010, la quarantesima edizione della “Giornata mondiale della Terra“. L’iniziativa prese materialmente corpo a seguito di un disastroso evento accaduto nel 1969, quando, sulle coste a Nord di Los Angeles, e precisamente “in località” Santa Barbara a causa di  una piattaforma petrolifera armata di trivella  12 milioni di litri di petrolio, appiattirono il mare (niente onde), facendo letteralmente sparire la fauna, per morte o per migrazione e impietrendo gli abitanti del posto che mai avrebbero potuto immaginare una catastrofe ambientale di proporzioni così abnormi. Più di 150 km di costa rimasero pesantemente inquinati per anni.

Circa 20 mln di americani si riunirono per protestare, guidati dal Senatore Nelson, iniziativa che secondo ricerche molto recenti sembra abbia avuto il potere di sensiblizzare l’opinione pubblica americana e le stess istituzioni sul tema della protezione ambientale. Non solo solo queste ultime però a dover pensare all’ambiente e alla sua tutela. Tutti, ognuno con le risorse che ha, può fare qualcosa per salvare il Pianeta dall’inquinamento, che purtroppo continua ad aumentare;

Sul sito “ufficiale” della manifestazione, per quanto riguarda l’Italia è ben specificato il tema di quest’anno in riferimento all’Earth Day “Le Buone Pratiche Personali per la riduzione della nostra impronta ecologica.” ecco alcuni facili accorgimenti che aiutano oltre che ad essere più “verdi” anche a risparmiare energia e di conseguenza denaro:

Per iniziare un accenno agli elettrodomestici: ovviamente acquistare una lavatrice od un frigorifero appartenente alla classe energetica denominata A+ aiuta molto a risparmiare, e quindi ad inquinare meno. La tecnologia attuale infatti permette di usufruire degli stessi servizi, anzi ancora migliori, forniti dagli elettrodomestici “tradzionali”, utilizzando un quantitativo di energia elettrica molto minore.Inoltre abbinando la tecnologia ad un suo oculato utilizzo si va “oltre”. Spesso infatti è abbastanza usare il programma a 30 gradi per lavare ottimamente i vestiti e sarebbe buona norma anche azionalre la lavatrice solamente quando si ha la possibilità di riempire totalmente  il cestello. Chiaramente, così facendo, si abbassa anche il costo della bolletta della luce.

Partendo da questa base, molti discorsi possono essere fatti: evitare il pre-riscaldamento del forno. Usare la lavastoviglie solo a pieno carico, oppure, cosa molto interessante, installare i miscelatori d’aria sui rubinetti. L’acqua utilizzata sarà la stessa ma verrà mischiata con l’aria “alla fonte” di conseguenza, pur non accorgendosi della differenza, in concreto, il quantitativo di acqua necessario all’igiene personale sarà significativamente minore.

E ancora, una volta utilizzate le tecnologie elettroniche domestiche, riferendosi non solo agli elettrodomestici ma anche ( soprattutto forse) a tv, lettori dvd-dvx, computer, console da gioco, radio, home theatre e via dicendo, è buona norma ricordarsi sempre di spegnerle, così come le luci quando si esce da una determinata stanza.

Per gli uomini va ricordato anche che sarebbe ottimo perdere quella brutta abitudine ( per chi ce l’ha) di farsi la barba facendo scorrere l’acqua per  vari minuti. E sufficiente tappare il lavandino e/o utilizzare un bicchiere quando ci si lava i denti. Gli unici a poter salvare la nostra Terra siamo noi.

A.S.