Modigliani: una scultura inedita, un’asta storica

Modigliani, "Tete de caryatide"

Dopo esser rimasta per ben 90 anni entro le mura di una preziosa collezione privata, una delle rare sculture dell’artista di Modena Amedeo Modigliani (1884- 1920) sarà finalmente messa all’asta da Christie’s a Parigi il 14 giugno prossimo.

Si tratta dell’opera intitolata Testa di cariatide (“Tete de caryatide”), ovvero una pietra di formazione calcarea alta circa 65 centimentri, con la firma dell’artista Modigliani sulla parte retrostante della base, esposta al Salon d’automne nel 1912.

Più precisamente la scultura proviene dall’atelier dedicato a Modigliani di Parigi: qui ritornò dopo la breve esposizione tenutasi al Salon d’Automne nel lontano ottobre del 1912. Successivamente l’opera è entrata a far parte della collezione del francese Baston Levy, un ricco uomo d’affari, creatore dei Monoprix, una famosa catena di grandi magazzini, e rinomato collezionista anche di quadri di Paul Signac: ad oggi possiede infatti non meno di 130 tele dell’artista, delle quali dieci andranno all’asta sempre a Parigi il 14 giugno.

Ad annunciare la notizia dell’asta è stato il quotidiano parigino “Le Figaro”, e il che non poteva che scuotere tutti i più grandi collezionisti d’arte. “Tete de caryatide” è infatti ignota al grande pubblico, avendo sempre fatto parte di collezioni private, e il mercato mondiale dell’arte si è accesso per lei. Non a caso la casa d’arte Christie’s ha presentato l’opera come “inedita”.

”Con il grande interesse che il mercato registra in questi ultimi anni per le sculture, il prezzo della cariatide di Modigliani rischia di esplodere”, ha dichiarato Thomas Seydoux, specialista di Christie’s. ”Tutti i più grandi artisti hanno segnato dei record, da Brancusi a Rodin, a Moore, e così manca solo un pezzo di Modigliani per fare l’en plein”, ha commentato Seydoux. Infatti la scultura, eseguita tra il 1911 e il 1912, è stimata ben 4-6 milioni di euro.

Martina Guastella

Notizie Correlate

Commenta