Wall Street a “luci rosse”

Alcuni funzionari della Sec, l’autorità statunitense che vigila sulle borse, passavano più tempo sui siti hard che a controllare il sistema finanziario.

Molti i dipendenti finiti sotto inchiesta tra i quali 17 alti funzionari con salari tra i 100.000 e i 222.000 dollari all’anno.
Secondo il dossier ottenuto dalla Abc si andrebbe dal dipendente che passava circa 8 ore al giorno sui siti porno a scaricare “filmati” fino ad occupare tutto lo spazio disponibile sul computer, ad un contabile che avrebbe tentato di accedere ai siti a luci rosse ben 1800 volte in due settimane intasando il pc con materiale video-porno e almeno 600 immagini hard.

 Fiorenza Ciribilli