Al via il maxi studio sugli effetti dei telefonini

Missione Cosmos, è questo il nome che prenderà il maxi studio mirato ad esplorare nel dettaglio l’universo dei cellulari e degli effetti che questi hanno sulla nostra salute.

Coinvolgerà 250.000 europei per 20-30 anni, con l’obiettivo di stabilire definitivamente se usare il telefonino sia pericoloso per la salute o meno.

Per la prima volta, a differenza degli studi condotti in precedenza, si guarderà il comportamento delle persone in tempo reale, esaminandone le conseguenze a lungo termine, non solo sul fronte del cervello, bensì anche per malattie neurologiche come Alzheimer e cancro alla pelle.
Missione Cosmos sarà coordinato da Paul Ellioto dell’Imperial College di Londrà, in Gran Bretagnia, e coinvolgerà anche Svezia, Finlandia, Olanda e Danimarca.

I primi risultati saranno disponibili in cinque anni.

Si tratta di uno studio globale che, a differenza dei precedenti effettuati, vuole vedere a 360 gradi gli effetti della radiazione elettromagnetica sulle persone, prendendo in esame le nuovissime tecnologie come quella per l’uso di WIFI, cordless e telemonitor.

La necessità è forse data dal fatto che, al giorno d’oggi, il telefonino somiglia sempre piu’ ad un computer tascabile, ricco di funzioni e straripante di tecnologia avanzata, e con l’avvento della navigazione attraverso il cellulare, tutto sembra ormai “indispensabile” ed a portata di mano.
In particolare gli smarphone che hanno ormai conquistato, in pochissimo tempo, buona parte del panorama “mobile”, diventando sempre meno tascabili ma sempre più venduti.
Oggi al mondo sono in uso 5 miliardi di telefonini. Tuttavia, resta tutt’ora, quasi, un mistero se i cellulari facciano o meno male alla salute. Negli studi effettuati in precedenza, infatti, più volte è stato messo alla luce il legame “cellulari-cancro” (in particolare al cervello) ma, altrettante volte, in altrettanti studi, questo legame è stato smentito!

Non ci resta che aspettare, almeno 5 anni anni, e sapere come andrà!

Folino Lorenzo