SBK, Ad Assen la pole è di Rea. Biaggi undicesimo. Male le ducati

Rea stupisce e conquista con forza la Pole Position sul famoso circuito di Assen. Un bel regalo per la sua squadra, visto che il team Honda Hannspree Ten Kate ha sede proprio a pochi chilometri di distanza da questo circuito. Dopo un’avvio un po’ in sordina, Rea ritorna velocissimo e costante, stampando un 1?34.944 che non da scampo ai suoi avversari e traccia il nuovo record del circuito.

Secondo il bravo Jakub Smrz su Ducati privata. Il pilota Ceco si è sempre trovato bene in questo circuito e la seconda piazza rispecchia l’ottima forma e ritmo trovati. Importante anche il terzo tempo di Corser su BMW. La squadra tedesca sta crescendo davvero molto bene grazie alle direttive di un pilota bravo e esperto come Troy. Sul passo gara forse non è ancora tutto a posto, ma i progressi sono molti e notevoli. Haslam quarto con la sua Suzuki. Veloce anche qui ma non in grado di poter tenere il ritmo dei primissimi. Il suo diretto avversario per la lotta al titolo mondiale invece è in difficoltà. Max Biaggi infatti partirà dall’undicesimo posto, perseguitato tra fastidiosi problemi di chattering e assetto. Il pilota romano dovrà per forza fare una gara in rimonta se non vorrà perdere troppo terreno in ottica mondiale. Il suo compagno di squadra invece, l’inglese Camier, pare non soffrire di questi inconvenienti e si qualifica con un bel quinto tempo.

Per il discorso Ducati nulla pare cambiato dall’inizio della stagione. Le Ducati private del Team Altea si confermano veloci e costanti, con Checa e Byrne sesto e settimo. Il team ufficiale Xerox invece naviga ancora nelle posizioni da media classifica, con Fabrizio che giunge ottavo e Haga addirittura quindicesimo. Una situazione difficile che a quanto pare caratterizzerà tutta quanta la stagione 2010. Anche la Yamaha non riesce a ritrovare la forma competitiva dell’anno scorso: Crutchlow e Toseland occupano la nona e decima posizione, lontani dai tempi dei primi.

La due gare di domani saranno sicuramente piena di emozioni, con vari piloti in cerca di importanti risultati. Sicuri protagonisti Rea e Smrz, ma si attendono (come sempre) colpi di scena. Qui sotto la griglia di partenza:

1 65 Rea J. (GBR) Honda CBR1000RR    1?34.944
2 96 Smrz J. (CZE) Ducati 1098R     1?35.062
3 11 Corser T. (AUS) BMW S1000 RR   1?35.306
4 91 Haslam L. (GBR) Suzuki GSX-R1000   1?35.330
5 2 Camier L. (GBR) Aprilia RSV4 1000 F.   1?35.633
6 7 Checa C. (ESP) Ducati 1098R     1?35.892
7 67 Byrne S. (GBR) Ducati 1098R   1?35.909
8 84 Fabrizio M. (ITA) Ducati 1098R     1?36.405
9 35 Crutchlow C. (GBR) Yamaha YZF R1    1?36.027
10 52 Toseland J. (GBR) Yamaha YZF R1    1?36.061
11 3 Biaggi M. (ITA) Aprilia RSV4 1000 F.   1?36.069
12 111 Xaus R. (ESP) BMW S1000 RR    1?36.094
13 50 Guintoli S. (FRA) Suzuki GSX-R1000    1?36.327
14 66 Sykes T. (GBR) Kawasaki ZX 10R     1?36.348
15 41 Haga N. (JPN) Ducati 1098R       1?36.574
16 76 Neukirchner M. (GER) Honda CBR1000RR    1?36.581
17 99 Scassa L. (ITA) Ducati 1098R     1?36.906
18 57 Lanzi L. (ITA) Ducati 1098R     1?36.989
19 77 Vermeulen C. (AUS) Kawasaki ZX 10R     1?38.378
20 23 Parkes B. (AUS) Honda CBR1000RR     1?38.622
21 15 Baiocco M. (ITA) Kawasaki ZX 10R     1?38.471
22 95 Hayden R. (USA) Kawasaki ZX 10R      1?38.769

Riccardo Cangini