Serie A, Roma-Sampdoria 1-2: Pazzini riporta in vetta l’Inter

La Roma clamorosamente perde la testa del campionato nel posticipo della 35/a giornata contro una Sampdoria cinica e spietata che concretizza al massimo le poche occasioni da gol create nell’arco della partita. L’Inter così guadagna di nuovo la vetta del campionato e Del Neri ritrova il 4° posto perso ieri ai danni del Palermo.

1 tempo- Sorpesa Menez dal 1° minuto per la Roma e Toni che parte dalla panchina mentre per Del Neri formazione confermatissima con il suo classico 4-4-2.

La prima occasione del match è per i padroni di casa con Juan che al 9′, su azione di calcio d’angolo, manda a lato di poco la sua rovesciata. Passa un minuto e ci prova Vucinic dopo un’apertura sontuosa di Totti, ma il tentativo del montenegrino si spegne a lato di molto. La Roma inizia a macinare gioco e al 12′, dopo una sponda aerea di Menez, Perrotta ci prova in sforbiciata ma il suo tiro finisce tra le bracci di Storari.

I padroni di casa attaccano con ritmo tambureggiante e al 14′ la partita si sblocca: grandissima azione di Vucinic sulla sinistra, converge verso l’area di rigore e regala a Totti un passaggio rasoterra che il capitano giallorosso spedisce in rete un preciso diagonale di sinistro. 1 a o.

Al 20′ lo scenario si ripete con Vucinic che inventa per Totti, ma il tentativo di quest’ultimo viene deviato sul palo da Storari. La Samp tenta la reazione con un’azione confusionaria al 24′ ma prima Pazzini, poi Cassano vengono stoppati dalla difesa giallorossa. Il n.10 giallorosso è in serata di grazia e al 29′, dopo un tiro respinto di Menez, prova una semirovesciata dal limite dell’area che termina di poco fuori alla destra del portiere ospite. Il mattatore del primo tempo è Vucinic e al 37′, dopo un’azione corale, offre a Menez la palla del raddoppio che il francese spara a lato con una bomba di sinistro. Giallorossi ancora in avanti sempre con il loro n.9 che al 42′, dopo un filtrante di Riise, manda il suo sinistro a pelo d’erba di poco a lato.

Si conclude sull’1 a 0 per la Roma un primo tempo che ha visto i padroni di casa primeggiare in lungo e largo.

2 tempo- Del Neri corre ai ripari e all’inizio della ripresa manda in campo Tissone e Mannini al posto di Poli e Guberti.

Al 51′ la partita si riapre: Cassano fa il bello e il cattivo tempo sulla sinistra, crossa al centro e Pazzini schiaccia a terra bucando la porta di Julio Sergio nella prima vera palla gol per i doriani. 1 a 1.

La Roma tenta la reazione e due minuti dopo ci prova Juan su azione d’angolo, ma il colpo di testa del capitano del Brasile termina alto di poco sulla traversa. Al 59′ è il turno di Pizzarro che, dopo un’azione confusionale, manda a lato il suo diagonale di destro. I padroni di casa attaccano a testa bassa e al 64′, dopo un bel fraseggio con Totti, Menez va al tiro che si spegne di un niente alla destra di Storari.

Ranieri vuole i 3 punti a tutti i costi e manda in campo Luca Toni al posto di Simone Perrotta.

Al 67′ appena entrato in campo si fa vedere Toni con un colpo di testa su una punizione di Pizarro che il portiere doriano respinge non senza problemi.

La Roma tenta il tutto per tutto mandando in campo al 74′ Taddei al posto di Cassetti con il brasiliano che va a ricoprire l’inedito ruolo di terzino destro.

Samp in avanti al 76′ con Semioli che, su azione di contropiede, tenta il tiro a giro di sinistro che Julio Sergio respinge prontamente.

Finisce all’80’ la partita dell’ex Cassano che, causa crampi, lascia il campo per far posto al giovane Testardi.

All’81’ giallorossi vicini al vantaggio con Riise che dal limite dell’area spara una delle sue bordate mancine che Storari devia in angolo con un gran colpo di reni.

All’85’ la partita prende una piega inaspettata: Mannini si invola in solitaria sulla sinistra, mette la palla al centro e Pazzini in scivolata mette in rete la palla del vantaggio ospite. 1 a 2.

La Roma prova la reazione con azioni confusionarie e al 90′ ci prova De Rossi con un destro al volo che Storari blocca in due tempi.

IL TABELLINO:

Roma(4-2-3-1): Julio Sergio; Cassetti(74′ Taddei) Burdisso Juan Riise; Pizarro De Rossi; Menez Perrotta(66’Toni) Vucinic; Totti. A disposizione: Lobont, Mexes, Tonetto, Brighi, Baptista. Allenatore: Ranieri

Sampdoria(4-4-2): Storari; Zauri Gastaldello Lucchini Ziegler; Semioli Palombo Poli(46′ Tissone) Guberti(46′ Mannini); Pazzini A.Cassano(80′ Testardi). A disposizione: Guardalben, Cacciatore, Rossi, Padalino. Allenatore: Del Neri

Arbitro: Damato

Marcatori:14′ Totti(rom); 51′, 85′ Pazzini(sam)

Ammoniti: Ziegler(sam)

Notizie Correlate

Commenta