Apple: se solo ci fosse Adobe

Apple iPad: la migliore web experience che abbiate mai avuto

E’ strano quanto insolito, ma come si puo’ parlare di “migliore web experience mai avuto”, nel caso dell’iPad, se il tanto acclamato dispositivo non ha neanche il supporto per Adobe Flash?
E’ guerra! Tra Adobe ed Apple, le acque sono sempre più mosse e non accennano a calmarsi;
dopo la decisione da parte di Adobe di non non fornire più, dalla cs5 in poi, la funzionalità che permette la compilazione di codice nativo per iPhone, la Apple ha risposto con una dichiarazione pubblica commentando la decisione del “rivale” tecnologico.

In un primo momento, infatti, Mike Chambers di Adobe aveva lamentato le restrizioni mirate a chi usa tool diversi da quelli standard di programmazione approvati da Apple, incluse nella licenza di utilizzo del nuvo SDK per iPhone.

Secondo Chambers “l’obiettivo primario di Flash è sempre stato lo sviluppo multi-browser e multi-piattaforma” al contrario di quanto intenderebbe fare Cupertino restringendo le possibilità di sviluppo unicamente alla sua piattaforma.

Insomma, un sistema “blindato”, che Adobe non condivide e denuncia apertamente.

La notizia inaspettata, invece, sta nella reazione di Cupertino; Apple, infatti, ha risposto a tali affermazioni sostenendo che: “Qualcuno ha capito le cose all’incontrario, sono HTML5, CSS, JavaScript, e H.264 a essere standard e aperti, mentre Flash di Adobe è chiuso e proprietario”.
Il problema è ben più grave di quello che si pensa e investe principalmente il nuovo arrivato: l’iPad.

Il fatto di non supportare Flash, non fa altro che aggiungere l’ennesimo limite alla povera tavoletta, e la cosa preoccupante è il fatto che iPad sia pensato e realizzato per il “web” ma nonostante questo, Apple rifiuta un componente come Flash, diventato ormai uno dei protagonista principali nell’era di internet!
In realtà l’unica vera vittima di questa guerra è solo il consumatore, costretto per l’ennesima volta ad abbassare la testa al volere dell’azienda Californiana. Sarebbe, infatti, un salto di qualità per iPad e iPhone, avere incluso nel sistema il supporto per i contenuti Adobe Flash.

Folino Lorenzo