Austria: alle elezioni presidenziali è netto il successo del socialdemocratico Fischer

ULTIMO AGGIORNAMENTO 1:28

VIENNA – Nella giornata di ieri è iniziato lo spoglio elettorale in Austria. I risultati mostrerebbero la nettissima vittoria del presidente uscente, il socialdemocratico Heinz Fischer. I pronostici e gli exit poll sembrerebbero rivelarsi veri confermando il successo del partito della destra. Fischer, avrebbe ottenuto secondo le proiezioni Orf e Sora addirittura il 78,94 per cento dei voti. Un vero e proprio plebiscito nazionale indiscusso.

Record storico negativo per l’affluenza, attorno al 48%, contro il 71,6% delle presidenziali 2004, quando Fischer vinse con il 52,39% contro la candidata del partito popolare Oevp, Benita Ferrero Waldner. Questa volta la Oevp, alleato junior dei socialdemocratici nella grande coalizione a Vienna, non aveva presentato un suo candidato. Secondo i media austriaci, per avere i  risultati definitivi, si dovrà attendere la giornata di venerdì.

Barbara Rosenkranz, 51 anni, madre di 10 figli, legata all’estrema destra dei Liberalnazionali (Fpoe), moglie del fondatore del partito neonazista Npd, avrebbe ottenuto il 15,62 per cento delle preferenze. Un risultato decisamente sotto le attese. Il cattolico ultraconservatore Rudolf Gehring avrebbe il 6 per cento, leggermente meglio di quanto non si aspettasse.

Le prime parole espresse dal presidente riconfermato sono state di grande soddisfazione. Fischer si è detto «molto, molto grato» e ha parlato di un «risultato davvero meraviglioso». Il settantunenne gode di grande rispetto e fiducia nel piccolo paese europeo. Sposato a Margit e padre di due figli, si presentava questa volta come indipendente ma la sua è stata una carriera tutta nell’apparato della Spoe. Questa volta si erano schierati con lui anche i Verdi e numerosi partiti minori. La Oevp, in mancanza di un proprio candidato, aveva da più parti raccomandato di votare scheda bianca o di annullare il voto.

La Rosenkranz, la vera delusa delle elezioni, si è detta comunque soddisfatta del risultato: «Non sono felice ma decisamente contenta».La candidata si era data come obbiettivo il 17% ma il leader Fpoe, Hans-Christian Strache, aveva indicato addirittura il 35%.

Alessandro Frau