Basket, Serie A: 27ma giornata, cade Siena, Roma batte Milano

Per la seconda volta in stagione, a poco più di un mese dalla prima battuta d’arresto patita in quel di Roma, il Montepaschi Siena campione d’italia esce sconfitto al termine di un match di Serie A. La 27ma giornata del campionato di basket, terzultimo turno di regular season, stavolta consegna agli annali il primo stop casalingo degli uomini di coach Pianigiani, superati 96-99 dalla Benetton Treviso.
Dopo un inizio arrembante di Sato e compagni – avanti 27-16 allo scoccare del 10° minuto – che sembrava presagire l’ennesima cavalcata trionfale dei biancoverdi padroni di casa, la veemente reazione trevigiana ha regalato un match intensissimo fino alla sirena conclusiva, prima della quale la Benetton ha costruito il proprio successo grazie ad una serie di attacchi dalla precisione chirurgica.

Le incredibili percentuali al tiro di Dixon (18 punti), Rivers (17) e soci, capaci di chiudere la gara con un pazzesco 63% da 3 punti e col 73% da 2, hanno segnato le sorti dell’incontro nonostante un Montepaschi mai domo, sospinto dalla sua solita coppia di assi Lavrinovic-McIntyre (26 e 21 punti). Dopo l’ultimo vantaggio dei tricolori – registrato a metà terza frazione sul 52-50 – Treviso ha tenuto le redini del match con la giusta autorevolezza, trovando nei suoi americani e nel giovane lituano Motiejunas – 12 punti nel solo ultimo quarto – le chiavi di un successo preziosissimo nella corsa verso i playoff.
Se, nonostante i 2 punti mancati, Siena resta più che ampiamente in testa alla classifica, lungo il cammino dei verdi di coach Jasmin Repesa verso la conquista di un posto nella post season si aprono nuovi insperati scenari positivi, favoriti dalla sconfitta – nell’anticipo di sabato sera – della principale rivale per l’ottenimento dell’ottavo posto: l’Air Avellino.

Superata in casa 76-85 dalla Ngc Cantù di un quasi incontenibile Mazzarino (23 punti con 6 triple a bersaglio), la compagine irpina incappa nella sesta sconfitta nelle ultime 7 partite e si vede raggiunta in classifica a quota 22 proprio dalla Benetton; gli ultimi 3 turni di regular season diranno chi riuscirà a conquistare l’ultimo posto disponibile per accedere alla corsa-scudetto, quell’ottavo posto che comunque significherebbe dover fronteggiare al primo turno dei playoff la corazzata-Montepaschi.
Appaiata a Cantù al secondo posto resta solamente la Pepsi Caserta, che sconfiggendo 85-88 dopo un tempo supplementare la Cimberio Varese compie un passo forse decisivo verso un piazzamento finale tra le prime 4 e distanzia di due lunghezze in classifica la Virtus Bologna e l’Armani Jeans Milano, entrambe battute nei loro impegni casalinghi.

Grande clamore lo suscita soprattutto lo stop interno della Canadian Solar di coach Lino Lardo, battuta in volata (65-68) dalla Vanoli Cremona dopo 40 minuti di grande intensità difensiva e scarsa precisione al tiro da ambo le parti. Nonostante un David Moss da 22 punti, le V nere soccombono davanti alla freddezza dalla lunetta della guardia cremonese Troy Bell, autore dei liberi decisivi che nelle battute finali del match hanno suggellato l’insperato successo ospite.
Meno sorprendente è invece il successo esterno della Lottomatica Roma sul parquet del Forum di Assago, violato col punteggio di 64-66 a scapito di una Armani Jeans brillante solo nel corso dei primi 10 minuti. Ai capitolini, alla seconda vittoria consecutiva in trasferta, è stata sufficiente una buona prestazione di squadra – con sugli scudi il solito Giachetti, 15 punti – per salire a quota 28 in classifica e sperare ancora di guadagnare qualche altra posizione in vista dei playoff.

A 28 punti, raggiunta proprio dagli uomini di Matteo Boniciolli, resta invece ferma la Sigma Coatings Montegranaro, che anche a Ferrara non riesce ad uscire dalla sua piccola crisi di risultati (quarta sconfitta consecutiva) venendo battuta 77-75 dopo un overtime dalla Carife di un travolgente Sharrod Ford. Il tabellino finale del pivot USA riporta 28 punti, 17 rimbalzi e un 38 di valutazione che tengono pienamente a galla la formazione emiliana nella lotta per evitare l’ultimo posto in classifica e la conseguente retrocessione.
Lotta da cui dovrebbe chiamarsi definitivamente fuori la Banca Tercas Teramo, che dopo la sudata affermazione casalinga (69-61) contro la Scavolini Pesaro aggancia proprio i marchigiani a quota 20, mantenendo 4 lunghezze di vantaggio sulla coppia di coda Ferrara-Cremona, ancora appaiate a 16 punti e destinate con tutta probabilità a giocarsi la permanenza nella massima serie fino all’ultimo secondo dell’ultima giornata di regular season.

Risultati della 27ma giornata:
Air Avellino-Ngc Medical Cantù 76-85
Armani Jeans Milano-Lottomatica Roma 64-66
Montepaschi Siena-Benetton Treviso 96-99
Banca Tercas Teramo-Scavolini Spar Pesaro 69-61
Carife Ferrara-Sigma C. Montegranaro 77-75
Cimberio Varese-Pepsi Caserta 85-88
Canadian Solar Bologna-Vanoli Cremona 65-68
riposa: Angelico Biella

Classifica:
Siena 46
Caserta 32
Cantù 32
Bologna 30
Milano 30
Montegranaro 28
Roma 28
Treviso 22
Avellino 22
Teramo 20
Pesaro 20
Varese 18 (-2)
Biella 18
Cremona 16
Ferrara 16

Daniele Ciprari

Notizie Correlate

Commenta