Confindustria, Marcegaglia: “No a sostegno incondizionato delle imprese in crisi. Puntare sulla formazione”

“No al sostegno incondizionato delle imprese in crisi, perché il costo ricadrebbe su tutti, mentre occorre puntare sulla formazione per far sì che chi perde il lavoro lo ritrovi rapidamente”. Lo ha affermato la presidente di Confindustria, Emma Marcegaglia, durante il suo intervento volto a celebrare i 15 anni della Fondazione Sodalitas. La stessa fondazione, sostenuta oggi da 75 imprese, è nata nel 1995 su iniziativa di Assolombarda, la più grande associazione territoriale del sistema confindustriale italiano, con l’intento di far crescere la coesione sociale nel nostro Paese attraverso l’impegno congiunto delle imprese e dei manager.

La leader di Confindustria, riferendosi alla crisi, ha spiegato che “nel periodo difficile che stiamo vivendo, la tutela dell’occupazione è un tema da affrontare in modo molto serio da parte di imprese, governo e sindacati. Sarebbe però un errore – ha proseguito – tenere in piedi aziende che non riescono a farlo da sole, perché comporterebbe costi troppo elevati per tutti”.

Dunque, secondo l’imprenditrice italiana, prima donna a ricoprire il ruolo di presidente di Confindustria, “occorre puntare, invece, sulla formazione per fare sì che chi perde il lavoro lo possa ritrovare rapidamente”.

Per quanto riguarda la responsabilità sociale d’impresa, per la Marcegaglia, si sta parlando di “un valore di base che non riguarda solo le donazioni ad attività non-profit o il finanziamento a iniziative socialmente utili. La responsabilità sociale – ha chiarito – deve guidare ogni azione quotidiana delle nostre aziende e riguarda la sicurezza sul lavoro, la formazione, la tutela dell’ambiente e la legalità”.

Mauro Sedda