La Pupa e il Secchione 2010: Francesca Cipriani è massacrata a Domenica Cinque

Prima derisa e attaccata dalla scrittrice Barbara Alberti nel corso di una puntata al fulmicotone dello spassoso “Chiambretti Night”, poi le critiche trasversali incassate dall’ ex “pupa” Nora Amile a “Domenica Cinque”. L’ ex gieffina Francesca Cipriani bypassa tutto e tutti ed ora è anche la nuova super pupa.

Ieri sera, nel prime time di Italia Uno è andata in onda la seconda puntata dell’ esilarante format “La Pupa e il Secchione”, che grazie alla formula divertente e memore di ascolti record, registrati in occasione della prima edizione, i dirigenti Mediaset hanno pensato bene di riproporla, mantenendo il conduttore maschile Enrico Papi e sostituendo la quota rosa Federica Panicucci con la rediviva Paola Barale.

Buono il seguito di pubblico che si è fatto coinvolgere dalle pupe svampite fino allo spasimo e dai secchioni, da un lato costernati da cotanta ignoranza e dall’ altro, assolutamente abbindolati dalla fulgida bellezza delle ragazze in gara;

in più di 2 milioni e mezzo i telespettatori incollati davanti ai propri teleschermi, con uno share di tutto rispetto del 14%. Non sono mancati, come di consueto i fatidici verdetti che hanno emesso la loro sentenza; nell’ incontro-scontro decisivo tra le due coppie formate da Andrea Corteggi-Ludovica Leoni e Federico Bianco e Maria Teresa Lombardo, ad avere le peggio sono stati questi ultimi piuttosto spiazzati dai quesiti che vertevano su cultura generale per lei e sul platinato e variegato mondo del gossip per lui.

Ma Federico, ringraziando la sua buona stella, non ha dovuto abbandonare il gioco salvato in extremis dalla nuova entrata, la pupa Francesca Cipriani che ha preferito lui all’ ultimo arrivato, Francesco Cevaro.

Dunque si realizza e si concretizza con un, diremmo meritato, lieto fine, almeno per il baccano mediatico che ha sollevato, il sogno di incarnare la bionda e procace ragazza sensuale con tracce di materia grigia dell’ abruzzese di Pescara Francesca Cipriani, già ex gieffina tutta prodiga nel dispensare sorrisi a cento denti non appena si accendeva la famigerata spia luminosa rosso fuoco delle telecamere.

La protesta della Cipriani, che ha invaso con tanto di cartello e mise pitonata la storica fontana di Trevi, urlando ai quattro venti le sue ragioni, è andata a buon fine ed è stata raccolta da chi di dovere. Lei, barricata dietro una invalicabile settima misura di seno, non si è data per vinta ed ha voluto partecipare a tutti i costi al programma Mediaset, consapevole di essere una “pupa” perfetta.

E nel frattempo, durante l’ ultima puntata del contenitore del fine week end di Canale Cinque, “Domenica Cinque“, condotto da Barbara D’ Urso, abbiamo assistito al dibattito tra l’ ex pupa, Nora Amile e la neo gallina dalle uova d’ oro, Francesca Cipriani.

“Per te questo programma è un’ occasione e secondo me puoi pure vincerlo, sei perfetta. Ma vai a fare i film porno con la tua ottava, sei la caricatura di te stessa” – ha tuonato la Amile, sottolineando come la Cipriani calzi ad hoc per questo programma, essendo effettivamente un tipo non proprio sveglio, l’ eufemismo è d’ obbligo.

Un punto è assodato: all’ ossigenata Francesca piace oltremisura essere dileggiata ed insultata, ovunque si trovi, basta che la cornice sia uno studio televisivo, il mondo dello spettacolo e le telecamere prima di tutto.

Gionata Cerchiara

Notizie Correlate

Commenta