La pupa e il secchione: contenuti hot tra Flò e de Camillis

Come in ogni reality che si rispetti, è immancabile il commento della Gialappa’s band anche ne “La pupa e il secchione”, il fortunato format che gioca sugli opposti stereotipati del mondo moderno. Compito di “Mai dire pupa” è quello di svelare, in fascia oraria inoltrata, i contenuti più piccanti che riguardano le nostre bellissime e svampite pupe insieme ai loro goffi secchioni. Del resto, come non aspettarsi un alto tasso di erotismo all’interno di una casa in cui sono presenti sexy ragazze e uomini in profonda astinenza sessuale? Nonostante sia passata solo una settimana, nella casa sembra già essersi volatilizzato il pudore, in un’atmosfera all’insegna dell’hot. Ripercorriamo i momenti più piccanti della settimana, segretamente custoditi fino all’una di notte, riguardanti  Flò e de Camillis.

Nel caso di questa coppia, si è oltrepassato, forse, il limite dell’umana riservatezza. Non ci credete? Leggete questi scorci di conversazione  per ricredervi:

Flò: “Ma ti guardi mai allo specchio? Sei grasso, e sembri anche vecchio! Tu avresti 28 anni? Ma ne dimostri 37!” . Dilpomazia e tatto zero.

Flò, rivolgendosi a un De Camillis in mutande: “Hai solo palle! C**o non ne hai! E’ un problema non avere il c**o!”

Flò, notando il secchione in una posizione “ambigua”: “Ma che ti stavi facendo una sega? Fammi vedere se hai il c**o dritto!”

Flò, presa da un impulso irrefrenabile: “Ho voglia di trombare! Di notte io dormo con l’orsacchiotto in mezzo alle gambe. Ne ho bisogno, devo sempre avere qualcosa fra le gambe, io! Ho anche un vibratore enorme, è bellissimo. Le mie amiche si vergognano ad andare nei sexy shop, ma io assolutamente no!”

Commento di Flò durante una lezione di geometria: “Ma l’angolo di 90 gradi sarebbe quando uno sta a pecora? Buono a sapersi, così parlo anche in termini geometrici.”

Come inizio, direi che i tempi per confidare certe intimità sono stati piuttosto precoci…

Mariasole Bergamasco

Notizie Correlate

Commenta