Livorno, Spinelli:” Probabili novità”

I microfoni di Tuttomercatoweb hanno raggiunto il  presidente del Livorno Aldo Spinelli.

Quali sono le cause di questa retrocessione?
“Quando gli anni vanno male è così. I giocatori ci sono e io sono convinto che questa squadra si poteva salvare tranquillamente. Un po’ gli infortuni e qualche altra vicenda in spogliatoio ci ha condizionato l’annata, ma ora l’importante è trovare un compratore perché io voglio lasciare la società in buone mani. Avevo chiesto a Ruotolo una vittoria, me l’ha trovata e speriamo che continui. Abbiamo levato 5 punti alla Roma, 3 alla Sampdoria per adesso, al Genoa 4 e alla Juventus altri. Abbiamo levato punti a tante squadre importanti, quindi i valori c’erano. Ho sbagliato anche io a non dare fiducia a Ruotolo ad inizio campionato, quando aveva giocatori al 20-30% della condizione”.

Cosa non è funzionato nello spogliatoio?
“Io non c’ero e non voglio dire nulla per non creare polemiche inutili. E’ un’annata nata male e la retrocessione è un fatto che ci sta in queste realtà. In ogni caso dobbiamo onorarla come abbiamo fatto ieri con il Catania e cercheremo di farlo anche con la Sampdoria”.

Questo Livorno, quindi, non ripartirà da lei?
“Mi auguro di no. Sono stanco, l’ho detto e ripetuto e questa settimana potrebbe già esserci qualche cordata. Ho fatto cinque anni di serie A e sono contento di quello che ho fatto. Se i tifosi non lo sono spero possa arrivare qualcuno in grado di fare ancora meglio di me. L’importante è che non arrivi qualcuno con voglia di speculare, noi abbiamo una squadra che per la B può finire nei primi 6-7 posti del campionato e con un allenatore bravo può ambire sicuramente a qualcosa in più. Serve una programmazione di 3-4 anni e bisogna puntare sui giovani, il Livorno non si può permettere ingaggi stratosferici come abbiamo fatto noi”.

Si sta già muovendo qualcuno?
“Io non ho ancora sentito nessuno. Stamattina ho incontrato un procuratore che mi ha detto di avere una persona seria e gli ho detto di fare una proposta scritta da valutare. Se questa persona darà garanzie per il futuro sono disponibile per valutare qualsiasi proposta”.

Questa persona sarebbe un neofita del calcio?
“So che è un avvocato, mi farà questa proposta scritta e speriamo sia vero. Io aspetto e se sarà una proposta buona la prenderò in considerazione”.

Una cosa certa, però, c’è: il Livorno non ripartirà da Cristiano Lucarelli
“E’ chiaro, lui è del Parma e purtroppo la retrocessione l’ha subita anche lui. Restando in A potevano esserci possibilità, ma così ritornerà a Parma. Anche noi, comunque, abbiamo 8-9 giocatori in giro che stanno facendo bene e che possono fare bene anche nel Livorno”.

Pasquale Della Valle

Notizie Correlate

Commenta