Mexes piange, l’Inter sorride: per la Roma addio scudetto?

Alle 22.30 di ieri il famoso social network facebook era invaso da gruppi riguardanti la sconfitta della Roma ma soprattutto erano migliaia i messaggi per il giallorosso Mexes. Il difensore alla fine della partita è stato impietosamente ripreso da una telecamera in un momento di debolezza: piangeva pensando al fatto che forse la sua squadra ha buttato via un’occasione ghiottissima e ha regalato all’Inter lo scudetto.

E così dopo la sconfitta subita in casa per 2 a 1 contro una Sampdoria che ha giocato praticamente solo un quarto d’ora, tutti i giocatori si disperano anche se matematicamente non è ancora detta l’ultima parola. E’ vero ora i neroazzurri sono avanti di due punti ma se pareggiassero anche solo una gara e la Roma le vincesse tutte lo scudetto andrebbe alla Roma che ha la meglio negli scontri diretti.

Se la squadra di Ranieri piange qualcun altro ride.

Ride la Lazio che domenica potrà decidere se fare un favore ai tanto odiati cuginetti. Dopo la  sconfitta, immeritata forse, nel derby, la squadra di Reja è l’unica che può bloccare l’armata interista. I motivi ci sarebbero tutti, visto che ancora la salvezzamatematica non è stata raggiunta; ma perchè fare un favore così grande al capitano Francesco Totti che solo una domenica fa faceva il gestaccio del pollice verso?

Ride o quantomeno sorride l’Inter e Mourinho che non ci stavano proprio a vedere i giallorossi primi in classifica. Dopo un campionato da dominatori i 14 punti buttati al vento nel girone di ritorno sapevano tanto di beffa. Ed ecco che i neroazzurri dopo la strepitosa partita di Barcellona si riprendono quello che era stato loro per quasi tutto l’anno: il primo posto.

Tre partite per sognare per la Roma e tre da non sbagliare per l’Inter. Sabato per la squadra di Ranieri c’è il Parma che in questo campionato ha fatto già tanto. Per i neroazzurri c’è la Lazio. Domenica sera all’Olimpico con molta probabilità si deciderà a chi andrà questo scudetto.

E’  strano il destino dei giallorossi che si ritrovano a dover confidare nella tanto odiata Lazio, eppure è così.

Vedremo chi sorriderà e se qualcuno piangerà domenica sera…

Filomena Procopio

Notizie Correlate

Commenta