Barcellona-Inter, Guardiola: “Inter molte carte da giocare, partiremo in modo offensivo”

Conferenza Stampa della vigilia anche per l’allenatore del Barcellona Guardiola. Quella di domani contro l’Inter sembrerebbe essere la sfida della vita per i suoi; i catalani sentono tantissimo la partita e cercheranno in tutti i modi la rimonta. In questi giorni a Barcellona non si è parlato d’altro. Tutto è ormai quasi pronto per la sfida.

Ecco alcune dichiarazioni di Mister Guardiola. “Ricordiamo che si tratta sempre di una partita di calcio, si è parlato con dei toni molto alti, ma noi attendiamo questa partita con grande serenità e la abbiamo preparata molto bene.”

A dire il vero i giocatori del Barça ci hanno dato dentro con dichiarazioni pesanti volte a scoraggiare i colleghi interi sti. Le frasi di Piquè ad esempio non sono passate inosservate. “Se spero che i giocatori dell’Inter odino il lavoro di calciatore nei novanta minuti? Piqué lo ha detto con buonsenso, vuole che i tifosi vogliano vincere come noi.”

Delle maglie davvero carine e singolari sono spuntate in campo dopo la partita di sabato. ” Venderemo dura la pelle” questo era uno dei motti. “ Il messaggio sulla maglia? E’ in catalano, è fatto per noi, non per voi.”

Sulla formazione e sulla presenza del fratello di Milito. “Come gestirà lo scontro con il fratello Gabriel Milito? E’ normale che ci sia un po’ di ansia per questa sfida, ma non ci preoccupiamo molto di questo, i giocatori sanno come si gioca in campo. L’Inter non è soltanto Milito, ha molte carte da potersi giocare. Noi dobbiamo attaccare e dare il massimo perché è questo che ci impone la partita.”

Sull’allenatore avversario. ” Mourinho? Non ci conosciamo, non abbiamo contatti. E’ sicuramente un buon allenatore e cercherò di batterlo. Ora l’unica cosa importante è quella di capire se noi potremo battere l’Inter.”

Coclude poi facendo un quadro di quello che sarà.Dobbiamo dare il massimo, hanno un gruppo forte. Se andremo in finale è perché faremo un’ottima partita. Noi siamo emozionati, sappiamo che sarà una gara straordinaria e la spinta della gente sarà un’arma in più, ma tutto con la massima correttezza. Questa è la partita più importante, nel nostro stadio ci sarà il tutto esaurito, la gente nelle strade ci incita a voler vincere e questo non ci può dare che felicità. Tutto il mondo parla di questa partita e sono felice di poterci essere. Noi rispettiamo l’Inter, sappiamo quello che abbiamo ottenuto in passato, ma ora sta a noi conquistare la finale. Domani non importerà il grande allenatore dell’Inter, il risultato della partenza…conterà solo conoscere il nostro obiettivo, questo è tutto quello che conta. Cercheremo di segnare un gol, poi un altro e un altro ancora, questo deve essere l’obiettivo. Imporre un ritmo alto e partire subito offensivi.”

 

Filomena Procopio