Comicon 2010: a Napoli le sfumature noir del fumetto

Napoli “caput mundi”, almeno per questa primavera all’insegna del fumetto.

Fino al 9 maggio il Palazzo delle Arti dedica i suoi spazi a L’Audace Bonelli – L’avventura del fumetto italiano. L’esposizione su una casa editrice che ha fatto la storia del fumetto italiano è una tappa di un più lungo percorso: il progetto VisioNa 2010.

La città partenopea resta protagonista con la XII edizione del Salone internazionale del fumetto (30 aprile-2 maggio).

Comicon 2010 sarà all’insegna nel nero, le cui “sfumature” saranno esplorate attraverso mostre di tavole a fumetti, proiezioni a tema, incontri con gli autori e gli stand degli espositori.

Tra gli ospiti della manifestazione ci saranno Milo Manara, la cui produzione non si può ridurre alle tavole sensuali dei fumetti sexy anni ’70, e Tito Faraci, sceneggiatore per un insolito Topolino noir, oltre che per Diabolik e Dylan Dog. Ma tanti saranno gli ospiti stranieri che gli appassionati italiani potranno incontrare.

Molto articolato il percorso delle mostre a partire da Fumetti Neri, dedicata allo sviluppo di questo genere negli anni ’70, soprattutto con la coppia Diabolik-Eva Kant delle sorelle Giussani, passando per Kriminal e Satanik, fino al popolare filone erotico.

Più “seri” sono gli autori protagonisti del documentario I fumetti vanno alla guerra. A Castel Sant’Elmo sarà presentata per tre giorni una rassegna dedicata all’animazione e al mondo delle “nuvole parlanti”.

Tra le pellicole citiamo il documentario girato da Mark Daniels, una panoramica sullo sviluppo del fumetto impegnato, capace di affrontare temi complessi come la Shoah, la guerra, le persecuzioni politiche con opere di successo e di qualità come Maus da Art Spiegelman, Persepolis di Marjane Satrapi, le tavole sulla guerra in Palestina e in Bosnia di Joe Sacco.

Spostandosi a Villa Pignatelli, si troverà la mostra più importante: High Contrast – Only White, Only Black, in Contemporary Comics. Luci e ombre non solo dal punto di vista nei temi, ma nella loro concreta illustrazione visiva.

Questo filone sarà ripreso, nella stessa sede, da Nero Napoletano. Questa esposizione, organizzata dalla Scuola Italiana di Comix, reinterpreta Napoli in versione noir. Un lato “oscuro” collegato alla mitologia, più che all’attualità, che ha coinvolto molti disegnatori campani.

A un maestro in questo gioco di grandi contrasti sarà dedicato uno spazio particolare a Castel Sant’Elmo, una delle sedi di Comicon.

Il protagonista sarà Will Eisner, o meglio la sua “creatura”,The Spirit, il detective mascherato tornato alla ribalta grazie alla trasposizione cinematografica di un altro fumettista di fama internazionale: Frank Miller.

I biglietti per Comicon 2010 si possono prenotare anche on line sul sito ufficiale della manifestazione, dove si trova il programma completo di questa intensa tre giorni.

 

L.D.