Film hard: in Francia si fa in coproduzione con gli internauti

Anche il settore che sembrava intoccabile, quello del cinema porno, è in crisi. Tutta colpa della tecnologia, della pirateria e dei siti gratuiti.

E così, Marc Dorcel, re del porno francese, ha deciso di inventarsi qualcosa per risolvere la situazione. Il celebre produttore cinematografico ha lanciato il 19 aprile un nuovo portale che permetterà agli appassionati del genere che navigano in Internet di diventare coproduttori del suo nuovo film, dal titolo “Mademoiselle de Paris”. L’obiettivo era raggiungere 85 mila finanziatori e il sito è arrivato già a 70 mila.

L’idea non è nuova ed era già stata utilizzata sia nel settore discografico che cinematografico. Il problema è dato dal calo delle vendite dei dvd hard, complici i siti alimentati da video amatoriali gratuiti che attirano milioni di internauti. Proprio per arginare la crisi, lo scorso anno, i due principali produttori di film porno degli Usa, Joe Francis e Larry Flint, aveva tentano invano di chiedere un aiuto finanziario allo stato di 5 miliardi di dollari.

Adesso, l’idea di Dorcel potrebbe risollevare le sorti del settore. Per diventare suoi coproduttori è sufficiente acquistare una parcella, il cui costo varia a seconda dei casi. La tariffa base, di 20 euro, garantisce un posto per l’anteprima. Con due crediti si compare nei titoli di coda. Con tre si incassa una percentuale dei profitti. Con sei c’è in regalo un dvd con dedica. Con 250 si può partecipare a una giornata di riprese e a una sessione fotografica e sborsando 10 mila euro si può addirittura scrivere e girare la propria scena hard.

Inoltre, sul sito Internet è possibile scegliere attori e attrici protagonisti e seguire le riprese. Il primo ciak di “Mademoiselle de Paris” è previsto per metà giugno. Dorcel sarà il produttore principale, dal momento che ha stanziato 100 mila euro da solo, mentre la regia sarà affidata a Hervé Bodilis, che mira a un porno di buona qualità.

La Francia si conferma, dunque, all’avanguardia nel settore, considerando anche il fatto che è francese il primo film hard a tre dimensioni.

Antonella Gullotti