Gli Stati Uniti autorizzano l’estradizione dell’ex dittatore panamense Manuel Noriega

Gli Stati Uniti hanno autorizzato l’estradizione dell’ex dittatore panamense Manuel Noriega che oggi stesso arriverà in Francia. Noriega potrà così essere presente al processo nel quale è imputato per riciclaggio di denaro.

Il dipartimento di stato americano ha fatto sapere che l’ordine di estradizione è stata firmato ieri dal segretario di stato americano, Hilary Clinton. Il portavoce del ministero francese della Giustizia, Guillaume Didier, a sua volta, ha reso noto che l’estradizione di Noriega è “stata notificata alla Francia quindici giorni fa”.

 L’avvocato americano di Noriega, Franck Rubino, ha affermato di “non essere al corrente” della decisione di estradare il suo assistito. L’avvocato panamense dell’ex dittatore ha invece dichiarato che l’estradizione è il risultato di un accordo tra Francia, Stati Uniti e Panama con lo scopo di non far rientrare il suo cliente nel suo paese.

Il governo di Panama ha detto che rispetta la decisione degli Stati Uniti, ma ha chiesto che l’ex dittatore, in futuro, possa tornare al suo paese per essere giudicato. Manuel Noriega, di 74 anni, fu condannato a Panama a 54 anni di prigione per la sua implicazione nella scomparsa di numerosi esponenti dell’opposizione. Catturato nel 1989, durante un intervento americano a Panama ordinato dall’allora presidente George Bush senior, fu successivamente condannato a 40 anni di prigione negli Stati Uniti per traffico di droga. La pena fu poi ridotta a 17 anni per buona condotta.

Nel 2007, solo qualche ora prima della sua scarcerazione un giudice federale americano approvò la sua estradizione in Francia. Nel 1999 un giudice francese lo aveva condannato in contumacia per riciclaggio di denaro.