Isola dei famosi 2010: è finale a quattro, Nina Senicar racconta la sua ‘isola’

L’isola dei famosi 2010 volge ormai al termine. La semifinale di ieri sera ha consacrato i quattro finalisti: Daniele Battaglia, Guenda Goria, Domenico Nesci e Luca Rossetto. Cade la “cupola” tanto contestata, il pubblico premia i personaggi parsi alle telecamere i concorrenti più sinceri e genuini. E si avvia alla fine una delle edizioni più intense del reality. Si è parlato molto in questi mesi dei vari casi scoppiati: partendo da Luca Ward e il suo infortunio, passando per Aldo Busi, personaggio fortissimo e altrettanto contestato, arrivando fino a Federico Mastrostefano e Pamela Compagnucci, giusto per citare tre fra gli episodi più eclatanti.

La finalissima tornerà di mercoledì e si terrà il prossimo 5 maggio. Il figlio di Dodi dei Pooh è riconosciuto da molti come il favorito, grazie alla sua faccia da bravo ragazzo e ad un equilibrio costante dimostrato nella sua permanenza in Nicaragua.
Il personaggio che più meriterebbe il primo posto in quanto a simpatia e carisma è certamente The italian Stallion. Per lui, anche se non primeggerà, si prospetta una sicura carriera televisiva italiana, dopo i successi riscontrati negli Stati Uniti. E chissà che, una volta tornato a casa, non possa approfondire il suo rapporto con Silvia, già molto complice sull’isola.

Nina Senicar è una delle ultime escluse dal reality. Come di consueto il sito internet della Rai pubblica le consuete tre domande e risposte.
Momento più bello dell’Isola?
«Quando cantavamo tutti insieme davanti al fuoco. Eravamo tutti amici e non pensavamo a nulla».

Il momento più brutto?
«Quando alcune persone mi hanno delusa senza preavviso e motivazioni particolari. Molti dei naufraghi hanno fatto finta di essere miei amici e poi mi hanno usata».

In cosa ti ha cambiato l’Isola?
«L’Isola mi ha cambiata in tutto. Lo dicono tutti, ma è stata davvero l’esperienza più bella mia vita e non si può descrivere appieno se non la si vive in prima persona».

Valeria Panzeri