Lazio, Reja dice no ai tifosi: “Niente sconti, contro l’Inter dobbiamo vincere”

I tifosi laziali chiedono ai propri giocatori di perdere domenica sera contro l’Inter per non favorire la Roma nella corsa scudetto. E lo fanno ad alta voce, ricordando il “gesto dei pollici” di Totti dopo la vittoria giallorossa nel derby dello scorso 18 aprile.

Non più tardi di ieri, sul sito ufficiale del centrocampista biancoceleste Ledesma, i tifosi erano stati espliciti: “Perdete con l’Inter e poi tutti a festeggiare sotto la Nord con il pollice verso – la nota sul blog dell’argentino -. Ci auguriamo che voi abbiate buona memoria di quanto successo nel derby, certe cose non si dimenticano. Domenica avete la possibilità di salvare una stagione, non deludeteci!

Dopo le prese di posizione dello stesso Ledesma prima (“Noi dobbiamo pensare solo a noi stessi, sarà una bella partita che si potrà vincere o meno“) e del presidente Lotito poi (“Non siamo salvi, dovete fare bene i conti. Per salvarci mancano ancora 4 punti quindi da qui al campionato dovremo giocare ancora tre finali“), oggi è voluto intervenire sulla questione anche Edy Reja.

Il tecnico biancazzurro, intervistato durante la trasmissione ‘Radio Goal’ su Kiss Kiss Napoli, è stato chiaro: “I tifosi ci chiedono di perdere contro l’Inter? Dobbiamo vincere noi, non so se basteranno 43 punti, dunque non possiamo lasciare nulla per strada, nemmeno contro l’Inter. Il colpo in casa del Genoa è stato fondamentale per noi. Abbiamo vinto e siamo riusciti a fare punti importanti in chiave classifica“.

Un eventuale successo contro la squadra di Mourinho potrebbe garantire la salvezza matematica alla squadra biancoceleste. Reja ha già parlato del proprio futuro con la società: “Con il presidente Lotito c’è già l’accordo: se ci salviamo, resto alla Lazio anche per il prossimo anno“.

Pier Francesco Caracciolo