Matematica e magia, tutti i numeri segreti del paranormale in un libro

 

Dalla telepatia ai dischi volanti, dalle profezie ai grandi enigmi della storia: tutto questo e molto altro può essere spiegato grazie alla matematica, secondo quanto sostenuto da Mariano Tomatis, autore del libro “La magia dei numeri“. Mariano,  prestigiatore oltre che divulgatore scientifico, si occupa da diversi anni di attività di ricerca con un interesse particolare e specifico per i fenomeni insoliti e paranormali; secondo l’autore la matematica offre importanti e potenti strumenti per indagare ed esplorare le zone di confine della conoscenza in cui si addensano e si concentrano fenomeni paranormali, profezie, tutti i poteri della mente,i dischi volanti, simbologie esoteriche , grandi enigmi della storia e non solo.

Tramite l’ausilio dei numeri possono anche essere spiegati fenomeni come la telepatia, la precognizione, la chiaroveggenza, l’ufologia, la telecinesi e la numerologia: all’interno del libro “La magia dei numeri“, scritto per la casa editrice Kowalski, l’autore ha voluto illustrare e spiegare come sia sbagliato il pregiudizio di coloro che ritengono inconciliabili la matematica, la più alta delle scienze razionali, ed il mondo irrazionale del paranormale.

Tramite una ricerca condotta a tutto campo che, partendo dall’antico Egitto arriva fino all’arte dei cerchi nel grano, l’autore mette il lettore in grado di cimentarsi e confrontarsi in mirabolanti esperimenti che oscillano tra illusionismo e scienza. Nella lettura di questo libro, spiega Mariano Tomatis ai suoi lettori, si potrebbe essere in grado di capire e scoprire come la matematica non sonnecchi assolutamente in bui e dimenticati dipartimenti universitari ma sia imparentata e legata con i bagonghi circensi più folli e assurdi, come solchi gli oceani attraversandoli in cerca di preziosi tesori nascosti, come sia in grado di descrivere in modo minuzioso la tana del bianconiglio di Alice  e tutti i suoi paradossi formidabili e mirabolanti.

Rossella Lalli

Notizie Correlate

Commenta