Tifosi Roma si organizzano con Facebook: megaprotesta alla Figc

I tifosi della Roma sono pronti ad urlare la loro rabbia. L’arbitraggio di D’amato, nel corso di Roma-Sampdoria, non è passato inosservato ai loro occhi e “non deve restare nel silenzio”. Per questo motivo già da ieri, diversi messaggi di protesta sono stati diffusi tramite blog e radio locali come “Rete Sport” e “Centro Suono sport“. Il tutto si è canalizzato nel mezzo di comunicazione di massa del momento: Facebook. La pagina “Tutti a via Allegri per la Roma”, ha già superato le 2000 adesioni e per venerdì 30 aprile è previsto un sit-in davanti la sede della Federazione Italiana Gioco Calcio.

Di fronte all’edificio della Federazione, i supporters giallorossi urleranno il loro dissenso per il trattamento riservato alla loro squadra nel corso dell’ultima gara casalinga persa contro i blucerchiati. Il passaparola ha saputo intelligentemente utilizzare il notissimo social network per darsi un organizzazione e un appuntamento. Ma il malumore della tifoseria romanista non si esaurisce solo in questa occasione. Anche a Trigoria è arrivata la solidarietà e il calore dei tifosi. “Non molliamo adesso” e “mettetecela tutta, crediamoci ancora“, questi gli striscioni che insieme ai cori di sostegno, hanno accompagnato gli allenamenti dei ragazzi di Ranieri negli ultimi due giorni. Il tecnico testaccino ha fatto un lungo discorso alla squadra, che è apparsa concentrata in vista della trasferta di sabato a Parma.

Sulla direzione di gara incriminata, la prima ad intervenire era stata Rosella Sensi con parole polemiche, ma pacate: “Non è la fortuna che ci è mancata. I ragazzi si sono impegnati sempre. La Roma merita e meriterebbe di stare ancora più su, io difficilmente amo fare polemica, ma è stata una conduzione inadeguata per l’importanza della partita. Non voglio destare né dubbi né sospetti, considero sempre l’errore umano, ma è una conduzione inadeguata e mi dispiace. Comunque dico grazie ai ragazzi e faccio i complimenti alla Sampdoria.

Giuseppe Greco