California: bandito l’happy meal

I bambini della contea californiana di Santa Clara da oggi non potranno più mangiare l’happy meal, l’arcinoto “piatto” dedicato ai più piccoli della catena Mc Donald’s.  Bambini troppo monelli? no, troppo grassi, anzi obesi. La contea ha deciso di vietare l’abbinamento dei giocattoli all’happy meal perchè  reo di invogliare i più piccoli ad orientare il loro consumo alimentare solamente in quella direzione.

Il 25% dei bambini della contea è, appunto, obeso. Inoltre, la percentuale tende a crescere tra la popolazione meno abbiente. Il costro ridotto della portata permette infatti praticamente a tutti di usufruirne. Il numero di calorie che quest’ultima contiene è però molto rilevante. Il conseguente risultato è stato quello di ritrovarsi un quarto della popolazione infantile della contea 10-15  kg sopra il peso forma; e non si sta parlando di adulti.

Ken Yeager, ideatore della legge ha spiegato che “questa ordinanza impedisce ai ristoranti di sfruttare la passione dei bambini per i giocattoli per vendere pasti ad alto contenuto di calorie, grassi e sodio”.

Mc Donald’s dovrà quindi trovare un altro modo per regalare giocattoli ai bimbi, associandoli probabilmente a qualcosa di molto meno nutriente . La legge comunque, non entrerà in vigore prima di quest’estate, la nota catena di fast food ha quindi ancora qualche mese per adattare i valori nutrizionali alle richieste della contea californiana.

“Siamo sconcertati dalla decisione, il nostro Happy Meal fornisce ai bambini degli elementi essenziali per la crescita, come zinco, ferro e calcio” è stata la replica dell’azienda di caratura mondiale, leader nel mercato dei fast food.

Il problema sarebbero proprio i giocattoli che colpirebbero troppo l’attenzione del bambino, scatenando un’istintiva voglia di avere tra le mani la “sorpresa”. I responsabili della legge hanno tradotto questo meccanismo mentale come una sorta di sfruttamento dell’esuberanza infantile da parte di Mc Donad’s.  In ogni caso, non sarà solo quest’ultimo ad essere colpito dal provvedimento anti-calorico, bensì tutte le catene di fast food presenti sul territorio della contea di Santa Clara. Ogni azienda del settore quindi non potrà più vendere piatti specifici per bimbi associandoli ad un giocattolo, magari da collezionare, se non a condizione che i suddetti piatti siano in grado di soddisfare determinati standard nutrizionali, che saranno stabiliti dalla stessa legge in questione.

A.S.