Champions League, Barça- Inter: Petardi sotto l’albergo neroazzurro

Notte insonne per i giocatori dell’Inter a Barcellona. Nel loro blindatissimo soggiorno, infatti, presso l’albergo extra lusso “Re Juan Carlos I”, molti tifosi blaugrana si sono ritrovati sotto l’hotel ed hanno dato vita ad un vera e propria opera di disturbo. Iniziata sul van che portava la squadra di Mourinho verso l’hotel con lanci di pacchetti di sigarette, lattine e manate sui finestrini per poi proseguire fuori all’entrata dell’albergo con lanci di petardi e cori assordanti ad infastidire il riposo dei neroazzurri.

A quanto pare non è bastato l’intervento del personale di servizio dell’albergo per stoppare la bagarre dei tifosi del Barca, ed alcuni giocatori dell’Inter hanno trovato difficoltoso dormire e riposarsi con il chiaro sdegno di Mourinho e tutto il suo clan. Nell’hotel alloggiava anche il patron Massimo Moratti che, pranzera oggi con il presidente della squadra campione d’Eurpoa in carica Laporta.

I giocatori dell’Inter non possono però sentirsi soli. Previsti al Camp Nou più di 5000 tifosi milanesi, i quali, hanno già assediato da questa mattina le ramblas, iniziando ad inneggiare  slogan e cori verso i propri beniamini offrendo ai molti turisti un colpo d’occhio più che accattivante. Dove maglie neroazzurre si mischiano a quelle blaugrana, dando vita con ben 12 ore d’anticipo  a quella che tutti hanno ribattezzato la partita del secolo.

Nel frattempo, dopo il raggiungimento della finale di Madrid, grazie alla vittoria per tre a zero in casa del Lione con tripletta di Olic, brutta tegola per il Bayern Monaco di Van Gaal che, per la finalissima prevista il 22 maggio allo stadio Santiago Bernabeu, perde uno dei suoi giocatori di maggiore spicco, vale a dire Frank Ribery.
Squalificato in giornata odierna dalla Uefa per tre turni dopo il brutto intervento della partita di andata su Lisandro Lopez.  

Paolo Piccinini

Notizie Correlate

Commenta