Champions League, Barcellona-Inter 1-0: Mourinho compie l’impresa e vola in finale

 

L’Inter compie l’impresa e vola a Madrid in finale contro il Bayern Monaco. In una partita giocata praticamente tutta nella metà campo nerazzurra, gli uomini di Mourinho hanno resistito alla pressione del Barcellona per 95 min, 68 dei quali giocati in 10 uomini per l’espulsione di Thiago Motta al 27′. Non basta a Guardiola la prodezza di Piquè e la pressione costante per tutto il match.

1° tempo- Sorpresa in entrambe le formazioni: nel Barça Keita scala sulla linea difensiva per fare il terzino sinistro e Yaya Tourè va a fare il centrale di centrocampo; nell’Inter Pandev non recupera e non va nemmeno in panchina. Al suo posto dentro Chivu.

Il Barça, come previsto, subito preme sull’acceleratore e al 3′ Pedro ci prova con un destro a giro dal limite dell’area che finisce di poco a lato alla sinistra di Julio Cesar. I padroni di casa continuano la loro pressione e al 22′ ci prova ancora il giovane Pedro che prova il gran gol tirando al volo dal limite dell’area dopo un cross di Dani Alves, ma la palla termina di poco fuori lo specchio della porta.

Al 27′ la partita prende una brutta piega per l’Inter: Thiago Motta, già ammonito, compie un fallo ingenuo su Sergio Busquets e viene espulso, lasciando la sua squadra in 10 uomini.

Al 32′ si vede Messi che con un’azione delle sue si accentra dalla destra e lascia partire un sinistro a giro che Julio Cesar miracolosamente con la punta delle dita devia in calcio d’angolo. L’Inter soffre tremendamente la pressione degli avversari e al 38′ è il turno dell’ex Ibrahimovic che, dopo una sponda di Dani Alves, dal centro dell’area prova il tiro ma viene letteralmente murato da Samuel. Ancora il n.9 blaugrana va vicino al gol al 44′ con una bordata su calcio di punizione che va vicino all’incrocio dei pali.

2° tempo- La ripresa comincia con la sostituzione di Maxwell che sostituisce uno spento Gabi Milito.

Sono sempre i padroni di casa a fare il gioco, ma l’Inter si difende bene  e concede agli avversari solo tiri dalla distanza che vengono operati da Yaya Tourè e Pedro senza buoni esiti.

Guardiola tenta il tutto e per tutto e manda in campo anche Bojan Krkic e Jeffren al posto di Ibrahimovic e Busquets, mentre Mourinho sostituisce uno stanco Sneijder con Muntari.

Il Barça continua la sua sterile pressione e al 72′ ci prova con Keita, ma il tiro del giocatore africano dal limite dell’area termina alto sopra la traversa. All’81’ i padroni di casa vanno vicinissimi al vantaggio con Bojan che si inserisce bene in area su un cross di Messi ma manda di pochissimo a lato il suo colpo di testa a botta sicura.

All’83’ la partita finalmente si sblocca: Xavi pesca in aerea da solo Piquè che con un numero salta Julio Cesar e deposita in rete a porta vuota la palla dell’1 a o.

Mourinho a questo punto vuol difendere il risultato e sostituisce Eto’o con Mariga. I blaugrana adesso attaccano a testa bassa e ci provano 2 volte prima con Xavi e poi con Messi ma in entrambi i casi Julio Cesar fa buona guardia e respinge i tentativi.

La pressione del Barcellona continua fino alla fine ma l’Inter si difende bene e porta a casa la finale.

IL TABELLINO:

Barcellona(4-3-3): Victor Valdes; Dani Alves Piquè G.Milito(46′ Maxwell) Keita; Xavi Yaya Tourè Busquets(63′ Jeffren); Pedro Ibrahimovic(62′ B.Krkic) Messi. A disposizione: Josè Pinto, Marquez, Thiago, Henry. Allenatore: Guardiola

Inter(4-3-1-2): Julio Cesar; Maicon Lucio Samuel Chivu; J.Zanetti Cambiasso Thiago Motta; Sneijder(66′ Muntari); Milito(80′ Cordoba) Eto’o(85′ Mariga). A disposizione: Orlandoni, Materazzi, Balotelli, Arnautovic. Allenatore: Mourinho

Arbitro: De Bleeckere

Marcatori: 83′ Piquè

Ammoniti: Pedro(bar); Thiago Motta, Julio Cesar,Chivu, Lucio, Muntari(int)

Espulso: 27′ Thiago Motta