Dubai: Giorgio Armani inaugura il suo primo hotel

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:04

A  Dubai apre il primo hotel dello stilista Giorgio Armani.


Lo stilista Giorgio Armani è volato a Dubai per inaugurare il suo primo hotel, dieci piani di lusso nella torre più alta del mondo.
Inutile dire che non è un hotel “per tutti”, basta dare un’occhiata ai prezzi: per una sistemazione di base ci vogliono 1000 dollari, mentre, per chi scegliere di passare splendide notti nella Armani suite Dubai, trentanovesimo piano, 400 metri quadrati, due stanze da letto, palestra, bagno-spa, cucina, soggiorno e una splendida vista panoramica a 360 gradi, è necessario spendere 13.000 euro.

Naturalmente l’albergo dovrà competere con altrettanti hotel sfarzosi in una città che ha fatto del lusso sfrenato la propria bandiera.
E’ stato proprio Mohamed Al Abbar, presidente di Emaar Properties, colosso immobiliare (di cui è socio il governo) quotato in Borsa, a proporre allo stilista il progetto alberghiero.
“Mi avevano parlato di Dubai come della Las Vegas d’Arabia. Poi ho capito che Al Abbar aveva in mente qualcosa di nuovo” ha dichiarato alla stampa Giorgio Armani per sottolineare che si tratta comunque non del solito hotel “tirato a lucido e luccicante” ma, al contrario, l’investimento è stato finalizzato prevalentemente al concetto di eleganza e a bandire l’inutile sfoggio di ricchezza.

“Nell’hotel Armani non ci sono specchi, non ci sono quadri, l’essenzialità ricorda il feng shui” scrive con stupore il “The National”, quotidiano indigeno di lingua inglese.
Ci si potrà stupire se si nota che nell’hotel è assente persino la reception ( da bambino Armani ne aveva timore) sostituita da una sorta di usanza d’altri tempi rappresentata in un “lifestyle manager” che si prende cura personalmente del cliente ventiquattro ore su ventiquattro. 

Fiorenza Ciribilli

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!