IL FMI triplica la cifra degli aiuti di cui Grecia ha bisogno

Il direttore del Fondo Monetario Internazionale (FMI), Dominique Strauss-Kahn, ha rivelato che la Grecia ha bisogno di 120.000 milioni di euro per uscire dalla profonda crisi che minaccia di precipitarla alla bancarotta.

La cifra rivelata da Strauss kahn è tre volte maggiore di quella prevista dall’Unione Europea  e dallo stesso FMI. Nonostante la situazione sia molto grave, Strauss- Khanha descartato, almeno per il momento, la possibilità di una ristrutturazione del debito greco. La stessa Commissione Europea ha dichiarato che la “ristrutturazione non è un’opzione”, chiarendo che questa possibilità non è contemplata nelle negoziazioni tra la CE, il Banco Centrale europeo, il FMI e il Governo greco.

Quello che è certo è che, come affermato da Strauss-Khan la crisi finanziaria della Grecia si aggrava di giorno in giorno e il paese deve necessariamente ridurre il suo deficit. “Sarà doloroso per il governo e per il popolo greco. Il recupero non avverrà dalla mattina alla sera”. Il presidente del FMI ha avvertito che ogni giorno sprecato aggrava la situazione non solo della Grecia, ma di tutti i paesi dell’eurozona.

Il ministro delle finanze tedesco, Dominique Strauss-Kahn, ha detto che si approverà un provvedimento d’urgenza per gli aiuti a Grecia, nonostante i dettagli di questa iniziativa non si decideranno prima di lunedì prossimo. Il primo ministro greco, Giorgio Papandreu, ha esortato la UE a “spegnere il fuoco” della crisi finanziaria greca per evitare che “si propaghi a tutta l’economia europea e mundiale”.