La Pupa e il Secchione 2010, Paola Barale svela: “La protesta di Francesca Cipriani? Tutta una farsa”

All’ inizio era titubante ed indecisa se accettare il ruolo di conduttrice de “La Pupa e il Secchione”, poi il richiamo della televisione si è rivelato irresistibile e Paola Barale presenta al fianco di Enrico Papi, il fortunato programma in onda su Italia Uno.

Dopo il successo televisivo che è stata capace di raccogliere la prima edizione del programma “La Pupa e il Secchione“, i dirigenti Mediaset non hanno troppo tergiversato se fosse il caso di riproporre il format in prima serata, sempre su Italia Uno.

La formula, che ha riscosso un ottimo seguito di pubblico, resta immutata e a dare vita ad entusiasmanti gag ed esilaranti teatrini sono le famigerate pupe, che forse enfatizzando con sapienza il loro ruolo e esasperando la veste di procaci ragazze spinte sul temerario burrone della cultura generale, sono accoppiate e contrapposte a veri e propri secchioni, conoscitori strenui dei meandri più nascosti della scienza, qualsiasi declinazione essa prenda.

La novità di questa seconda edizione è il cambio alla conduzione femminile del programma, con la rediviva Paola Barale che ritorna sulle scene del piccolo schermo dopo anni di assenza, a prendere il posto lasciato vacante dall’ uscente Federica Panicucci.

Nonostante risultasse intenso il richiamo di tornare a calcare un palco televisivo, la conduttrice piemontese non nega di essere rimasta perplessa alla propopsta di guidare “La Pupa e il Secchione”, in quanto lo considerava un programma piuttosto maschilista e teso a minimizzare e schernire il ruolo della donna:

“All’ inizio, ero titubante. Non sapevo se accettare perché mi sembrava si trattasse di un programma svilente rispetto alla figura della donna. Quando ho capito che, invece, si trattava di puro intrattenimento, ho cambiato idea. Si è detto, invece, che avessi avuto problemi rispetto al cachet. Non è vero. Da quel punto di vista, non ho mai avuto titubanze”.

Alla fine, dunque Paola, raggiunta dal blog di Davide Maggio, è stata convinta che si trattasse solo di un gioco spettacolarizzato, ma l’ ex padrona di casa di “Buona Domenica” al fianco di Maurizio Costanzo e indimenticabile valletta de “La Ruota della Fortuna”, spiega come la protesta ben orchestrata dalla neo pupa ed ex gieffina Francesca Cipriani si è rivelata una mera messinscena, poichè la svampita concorrente abbruzzese era consapevole che da lì a pochi giorni sarebbe entrata di diritto nel cast delle pupe.

Gionata Cerchiara

Notizie Correlate

Commenta