“Mistero”, il vero enigma è che lingua parla Raz Degan

Non si è registrato il boom di ascolti per l’ esordio televisivo di “Mistero”, condotto da Raz Degan su Italia Uno. Tanti i casi irrisolti che sono stati affrontati, con la supervisione di esperti e scenziati a farvi luce.

Da ieri sera e per sette settimane, andrà in onda su Italia Uno “Mistero“, il programma che vede alla guida il fresco ballerino provetto all’ ultima edizione di “Ballando Con Le Stelle” RazDegan, che va a sostituire l’ uscente Enrico Ruggeri.

La cornice che arricchisce le storie è il Parco Museo Pagani di Castellanza, da dove il compagno della conduttrice Paola Barale, ora impegnata alla guida della seconda edizione de “La Pupa e il Secchione” al fianco di Enrico Papi, cercherà di togliere l’ alone del mistero, approfondire e chiarire alcune vicende sospette, che da tempo sono avvolte da una fitta coltre di dubbio.

Sono presi in considerazione, attraverso reportage, interviste e testimonianze dirette eventi di difficile comprensione, a volte fuori dalla realtà, che si tingono di soprannaturale. Il format televisivo spazia davvero su molte discipline: dalla storia alla fantascienza, dall’ archeologia all’ antropologia.

Insomma un calderone di punti interrogativi, che spesso fanno trasalire e non aspettano altro di essere chiariti una volta per tutte. Immancabili protagonisti della prima puntata sono stati gli Ufo, con il professor Pablo Ayo che ha esaminato alcune immagini che ritraevano un oggetto volante non identificato; si è trattato lo scottante e sempre interessante tema dell’ Arca di Noè, mentre i due inviati della trasmissione, Daniele Bossari e Marco Berry hanno fatto luce, rispettivamente sui 18 corpi mummificati ad Urbania e sugli Orbs, le piccole sfere di luce che dividono gli scenziati circa la loro origine.

Purtroppo, tutti questi casi irrisolti ed eventi che restano nell’ ombra non hanno prodotto un risultato soddisfacente dal punto di vista dell’ audience e la prima puntata non ha raggiunto neanche i due milioni di telespettatori, con l’ 8.24% di share.

Ma in molti, ieri sera al debutto sul piccolo schermo di “Mistero”, si sono chiesti se un altro arcano da svelare fosse l’ impacciata verbalità del conduttore Raz Degan. L’ ex modello israeliano sembra avere ancora diversi problemi con la lingua italiana, tanto da mangiarsi intere parole, recitare testi, forse letti sul gobbo, forse memorizzati alla meglio e sembrava addirittura fuori synch, come succede nelle peggiori soap opera sud americane. Una frase su tutte che resta emblematica è: “Che tipo di raccontami porto su questo mistero del’ arco. Ora facciamo un esperimente”.

Magari gli ascolti sono stati insufficienti, solo perchè gli spettatori non capivano bene cosa Raz Degan stesse dicendo o volesse proferire.

Gionata Cerchiara

Notizie Correlate

Commenta