Home Televisione Voglia d’ Aria Fresca, Carlo Conti è incredulo: “Una scommessa vinta”

Voglia d’ Aria Fresca, Carlo Conti è incredulo: “Una scommessa vinta”

Un grande e a tratti inaspettato successo televisivo, quello conosciuto dall’ esordio nel prime time della rete ammiraglia Rai, di “Voglia d’ Aria Fresca“, un programma assolutamente frizzante e trainante che ha incollato più di 7 milioni di telespettatori davanti ai propri teleschermi, con uno share di tutto rispetto del 25%, che ha permesso alla trasmissione dalla formula innovativa di battere di slancio la controprogrammazione Mediaset, che ha proposto la fiction “Squadra Antimafia – Palermo Oggi“, ferma a quasi 6 milioni di spettatori.

Insomma, una pregevole affermazione che ha lasciato di stucco lo stesso conduttore Carlo Conti, d’ altronde non mancavano di certo le perplessità che, come di consueto accompagnano gli animi titubanti alla vigilia di un debutto sul piccolo schermo.

La forza della trasmissione è da ricercare in un elemento semplice ma al contempo efficace ed il far satira sulle reti della televisione pubblica è stata cosa gradita al pubblico e che ha ben pagato in termini di audience. Da Anna Maria Barbera alias “Sconsolata” che ha captato l’ attenzione, strappando risate a gogò con la sua ironia dissacrante sullo scottante e sempreverde tema dell amore, alle esilaranti esibizioni comiche di Gabriella Germani nei panni di Bice Valori e Franca Valeri, senza dimenticare Emanuela Aureli che ha inscenato una trascinante parodia dell’ ultima presentatrice del Festival di Sanremo, Antonella Clerici.

“Voglia d’ Aria Fresca” non guarda in faccia nessuno, elargisce comicità a volontà, caricando i pezzi grossi dell’ amorevole “Mamma Rai”, un altro segreto vincente.

“Sono contentissimo. E’ stata un scommessa vinta senza grandi ospiti, senza ballerini, senza insomma i classici ingredienti del varietà di RaiUno. Riportare dopo 15 anni la comicità su RaiUno cosi a cascata è stata una bella scommessa che per ora è vinta, ma ancora ce n’è di strada da fare, dobbiamo pedalare ma con il sorriso sulle labbra, non bisogna assolutamente dormire sugli allori. Una scommessa vinta per altro in una serata non facile come quella di ieri, con prodotti nuovi in partenza, il calcio sul satellite” – spiega il conduttore impegnato con cadenza quotidiana al timone de “L’ Eredità” ed incalza sulle ragioni del trionfo del programma, dopo aver parlato con il direttore di Rai Uno, Mauro Mazza:

“Eravamo tutti e due preoccupati, perché consapevoli della scommessa che avevamo lanciato insieme l’ ho sentito stamattina e anche lui era particolarmente soddisfatto. E’ anche rinnovare un po’ i volti della rete e poi come hai notato ci siamo presi molto in giro, abbiamo scherzato sui personaggi della nostra azienda. Questa autoironia credo sia una cosa giusta e bella per un prodotto come il nostro. Il tutto fatto in maniera credo delicata e leggera e senza volgarità”.

Gionata Cerchiara