Dopo Belen Rodriguez anche per Nina Moric c’è il “pancino” sospetto

Non poteva mancare che lei. Dopo il tormentone che ha riguardato l’ex marito Fabrizio Corona e Belen Rodriguez, sua attuale fidanzata, ora ci si mette anche Nina Moric.

Risale solo a qualche giorno fa la gaffe “linguistica” che la bella modella si è fatta scappare a “Domenica 5”, intervistata da Barbara D’Urso: Nina se l’è presa non solo con la coppia del momento, vale a dire il già citato Corona e i piatti spaccati da una Belen alquanto furiosa, ma ha messo in mezzo pure i Napoletani per indicare gente poco per bene. Da lì sono scoppiate, ovviamente, le polemiche.

Adesso anche il giovane fidanzato, Martin Evans, vuole le sue pagine di notorietà: il ventiseienne è stato coinvolto in due risse nella notte tra il 16 e il 17 aprile scorsi. Dopo aver passato la se­rata con due amici e una ragazza mora, facendo il giro dei locali di corso Co­mo, cuore della movida milanese, il gruppo si è avvicinato in auto alla discoteca Tocqueville. Qui, complice l’alcol, è scoppiata la lite con altri ragazzi e il canadese ha dato un pugno in faccia a uno dei rivali. Il tutto si è risolto solo con l’arrivo di una pattuglia della polizia.

Intanto, Nina Moric, paparazzata da ‘Novella’ con il suo Martin, mostra delle rotondità sospette sul pancino, che si tratti di una gravidanza anche per lei? A questo punto, i gossip vanno di pari passo con quelli della collega “ruba fidanzato” Belen Rodriguez, sospettata anche lei di aspettare un bimbo.

In attesa di scoprire se i sospetti saranno confermati e se arriverà la cicogna, la Moric ha deciso di darsi al cinema impegnato: è la protagonista di “Stalking”, scritto da Stefania R. Grassi, e in concorso al Festival del Cinema di Cannes nella sezione corti. La pellicola, fortemente voluta da Maria Grazia Cucinotta, ormai sempre più impegnata nelle vesti di produttrice, è diretta da Clarita Di Giovanni. La storia narra di una ballerina di danza classica perseguitata da una figura misteriosa, la cui identità si scoprirà solo alla fine del film.

Antonella Gullotti