Home Interni: Scopri cosa accade Oggi in Italia Cronaca: Ultime Notizie di Cronaca

Furti in aeroporto: arrestati “Manolete” e “Lupin”

CONDIVIDI

Sono scattate ieri le manette per due professionisti del furto in aeroporto, traditi dalle immagini immortalate dal poderoso sistema di sorveglianza  (500 telecamere) presente nello scalo di Fiumicino, che hanno permesso di documentare tutti i passaggi delle loro “malefatte”. Il primo, “Manolete” era diventato un vero e proprio incubo per i passeggeri in transito nei due aeroporti capitolini (Fiumicino e Ciampino) perché riusciva, con straordinaria disinvoltura, a rubare bagagli a mano, beuty case e oggetti personali ai viaggiatori distratti, in fila nei check in.

Per farlo, ricorreva a una “mossa” da matador della corrida: con l’ausilio di una giacca, il ladro di origine sudamericana copriva l’oggetto da “prelevare” e si allontanava dal viaggiatore derubato che spesso, soltanto molto tempo dopo, si rendeva conto del danno subito. Per fermarlo, gli uomini della polizia di Stato di Fiumicino hanno monitorato le immagini inviate alla Sala Operativa delle forze dell’ordine, dalle 500 telecamere poste all’interno e all’esterno degli aeroporti romani. Quindi, giunti all’identificazione, si sono messi all’inseguimento dell’uomo che ha tentato di fuggire, ma è stato alla fine raggiunto dagli agenti della Polaria all’esterno della struttura aeroportuale.

“Carriera” finita anche per “Arsenio Lupin”, il ladro di profumi, affezionato frequentatore dei duty free degli aeroporti capitolini. L’uomo di origine algerina, prediligeva le fragranze più esclusive e prestigiose (e quindi più costose). Al momento dell’arresto, è stato trovato con 20 confezioni di profumi di grandi marche. Un “business”, il suo, che secondo gli investigatori riusciva a procurargli introiti davvero interessanti, stimabili intorno ai 50 mila euro a settimana.

Maria Saporito

Leggi NewNotizie.it, anche su Google News
Segui NewNotizie.it su Instagram