La Pupa e il Secchione: contenuti hot speciali

Più che la villa de “La Pupa e il Secchione”, sembra una casa chiusa. Tra tette, chiappe, provocazioni, giochetti erotici e quant’altro, il programma potrebbe fungere da spunto per il prossimo film di Tinto Brass. Come di consueto, il mercoledì sera in fascia oraria protetta, viene mandato in onda lo speciale hot del programma, in cui si fa fatica a contenere l’imbarazzo. Protagonisti indiscussi dello speciale di questa settimana sono stati Pasqualina,Tassinari, Monica, Francesca, Garagozzo, Flò e Lodovica, tutti molto “esuberanti” a livello di impulsi sessuali. Ecco alcuni degli episodi più suini della settimana:

Pasqualina e Tassinari. Povero Tassinari, che pena che fa! Ma io dico: dopo che lei gli sventola davanti agli occhi le chiappe, lo invita a mangiare delle fragole direttamente dal suo sinuoso corpo nudo e si fa la doccia insieme a lui , come può mai lamentarsi se la bandiera del secchione si alza? E che diamine, è genetica: un’azione provoca una reazione. Ultima trovata di Pasqualina è stata quella di farsi trovare in lingerie rossa, ricoperta di gustose fragole che Tassinari ha mangiato direttamente dal corpo della pupa. Era una bella sorpresa per lui, ha dichiarato la ragazza. Certo, come no. Inizialmente lo sarà stata sicuramente, ma una volta finito il gioco sarà stato un vero e proprio martirio rimaner con la bandiera alzata per ore ed ore. Non vi dico la reazione di Tassinari una volta trovata Pasqualina così agghindata: ha iniziato a fare dei versi a mò di foca monaca, e in faccia era felice come un adolescente che sfoglia il suo primo playboy. E poi, al momento di mangiare le fragole, si è chinato sul corpo della pupa con la naturalezza di un orso polare nel deserto del sahara. Ah, che pupe pestifere!

Monica e Garagozzo. La bella biondina che in studio pareva tanto ingenua, ci da sotto un bel po’. Mentre parlava con il secchione, si è tirata su il vestito e si è aggiustata le mutande con una maestria da far invidia a Dita von Teese. O forse, a qualcuno che questi spettacolini li fa “più all’aperto”. Ovviamente, anche la bandiera di Garagozzo è svettata.

Francesca. Merita di essere citata da sola. Non l’ho ancora vista vestita in casa. Dopo una sensuale doccia insieme a Bianco, il quale si è mostrato poco reattivo ( niente bandiera, per intenderci), la pupa ha chiesto a Cavazzoni di allacciarle il bustino. E mentre il secchione soddisfaceva la sua richiesta, si è abbassata i pantaloni e gli ha mostrato le chiappe. E dopo anche le tette. Olè. E poi ha concluso: “Ma io non sono disinibita! Sono naturale!” Concordo con la prima parte della frase: è vero che non è disinibita. E’ un’altra cosa.

la Cipriani. Di lei, si vede solo il fondoschiena. Per forza, difficile non notarlo date le dimensioni colossali. Quasi quasi è più grosso della sua sesta misura fresca di chirurgo plastico.

Ludovica . Perizoma e pizzo nero per la sottoveste che lascia immaginare ben poco. Lei i piatti li fa vestita così. Il massimo del comfort, perbacco.

Flò. La sua ultima richiesta alla produzione è stata quella di avere un righello per misurare il gioiellino di Corteggi. Incommentabile. Troverà di sicuro lavoro una volta fuori dal programma. E che lavoro…

Mariasole Bergamasco