Scandalo Sandra Bullock: Jesse James ammette le sue colpe

Dopo lo scandalo che ha distrutto il suo matrimonio, Sandra Bullock ha deciso di riprendere il normale corso della sua vita e di crescere da sola il bambino che aveva adottato con Jesse James. Il suo ex fedifrago, nonostante la definisca ancora l’amore della sua vita, non può fare altro che prendere atto della decisione e ammettere le sue colpe: “presi in considerazione il dolore e la devastazione che le ho causato,  sarebbe egoista non lasciarla andare”.

L’attrice vincitrice dell’ultimo premio Oscar assegnato alla miglior attrice protagonista, ha sfoggiato il suo sorriso più bello per presentare al mondo la creatura riuscita ad adottare prima che la notizia sui tradimenti di suo marito sconvolgesse la sua vita.

Sandra Bullock ha deciso di riprendere in mano le fila della sua esistenza proprio da quel bimbo che, probabilmente, è stato l’artefice dell’ultimo momento di gioia nel suo menage matrimoniale con Jesse James. La coppia aveva infatti intrapreso insieme, e con fatica, il lungo iter per l’adozione e, lontano dal clamore dei media, sempre insieme aveva portato a casa lo scorso gennaio, prima che le nubi del divorzio si alzassero sulle loro teste.

Oggi Jesse James ha affidato ad un comunicato stampa la sua reazione alla notizia dell’imminente divorzio dalla moglie e della volontà dell’attrice di crescere il figlio adottato da sola:

“Tutta la mia vita è stata piena di decisioni difficili. La decisione di lasciare che mia moglie finisca il nostro matrimonio e che porti avanti l’adozione di Louis da sola è stata la più difficile. L’amore che provo per Louis non può essere descritto a parole. Non averlo vicino, non poterlo stringere e amare ha creato un enorme buco nel mio cuore. Sandra è l’amore della mia vita ma, presi in considerazione il dolore e la devastazione che le ho causato, sarebbe egoista non lasciarla andare. Adesso per me è il momento di sconfiggere questa dipendenza che mi ha portato via due delle persone che amo di più nella mia vita”.