Pagelle Siena-Palermo: ottimi Cavani e Pastore, bene anche Maccarone e Rosi

ULTIMO AGGIORNAMENTO 18:14

La gara dell’Artemio Franchi ha regalato ottime prestazioni da entrambe le parti. I padroni di casa hanno primeggiato nel primo tempo e gli ospiti nel secondo. Maccarone e Ghezzal sono stati protagonisti nel reparto offensivo senese, ma c’è anche da citare l’ottima partita di Rosi. Nei rosanero il migliore è stato senza dubbio Cavani, fattore gol a parte. Benissimo anche Pastore e Nocerino. Quando si sono svegliati, Balzaretti e Miccoli hanno mostrato il loro grande valore.

Ecco le pagelle:

SIENA

Curci  5: Non una bella partita per l’estremo difensore ex-Roma che appare insicuro sia sulle uscite che sulle bloccate.

Cribari 5,5: Meglio del suo collega Cribari, ma nel momento in cui Miccoli e Cavani salgono in cattedra, il divario tecnico è evidente.

Pratali 5,5: Soffre lo svariare sul fronte d’attacco di Pastore e su entrambi i gol, concede troppo spazio agli attaccanti rosanero. Esce per problemi fisici, mettendo fine ad una prestazione insufficiente.

Rosi 6,5: Grande partita dell’esterno bianconero che ha corso per tutti i ’90 minuti. Grande sostanza e spinta, unita a buoni movimenti difensivi.

Del Grosso 5,5: Partita apatica del terzino. Spinge poco e quando Balzaretti si sveglia, non oppone resistenza.

Jajalo 5: Era partito bene, ma rimane soffocato dal centrocampo rosanero, non riuscendo a fornire l’interdizione necessaria. La sua sostituzione arriva anche tardi per la sua prestazione.

Codrea 6: Prestazione discreta la sua. Meglio il primo tempo del secondo in cui scompare. C’è sia geometria che fisicità nel suo bagaglio, ma tutto ciò esce solo a tratti.

Ekdal 5,5: Inizia bene dettando i tempi delle azioni bianconere, ma poi viene schiacciato dagli interditori avversari.

Maccarone 7: Sicuramente il migliore dei suoi. Mezzaroma se lo vedrà corteggiare da molte squadre, ma ripartire da lui in Serie B sarebbe davvero una marcia in più. Attaccante dal sicuro rendimento e costanza.

Ghezzal 6,5: Nel primo tempo è stato la spina nel fianco del Palermo con le sue incursioni offensive su tutto il fronte d’attacco e la sua marcatura su Liverani è stata efficace, si affievolisce un po’ nella ripresa.

Calaiò 6: Anche se non è servito a molto, si è tolto la soddisfazione di segnare alla squadra della sua città, ma in cui non ha mai militato.

Terzi 5: Entra nel secondo tempo, ma becca in pieno il risveglio di fiamma degli attaccanti rosanero.

Jarolim sv

Larrondo sv

PALERMO

Sirigu 7: Altra grande prova di uno dei futuri portieri della Nazionale italiana. Si guadagna questo bel voto con due interventi decisivi, uno su Calaiò e uno su Maccarone, che salvano il risultato.

Bovo 6: Qualche buona chiusura, ma anche un po’ di difficoltà nelle marcature, specialmente nella prima frazione di gara. E’ costretto al fallo su Rosi che gli costa ammonizione e squalifica nella prossima, importantissima partita.

Kjaer 6,5: Partita nel complesso sufficiente quella del danese, che si fa trovare sempre pronto a chiudere la saracinesca agli attaccanti avversari. Se non fosse stato per lui, i danni causati da Maccarone sarebbero stati più dolorosi.

Cassani 5,5: Partita decisamente sotto la media da parte del terzino rosanero. Molto nervoso, ingaggia un duello con Maccarone che non sempre vince. Da rivedere.

Balzaretti 6,5: Quasi innocuo nel primo tempo, si sveglia nel secondo e la musica cambia. Alla prima incursione si rende già pericoloso e alla seconda confeziona l’assist per il raddoppio di Miccoli.

Liverani 6: Il regista rosanero è sempre necessario nella costruzione del gioco, ma soffre la marcatura di Ghezzal e deve stare attento agli errori difensivi che nelle scorse partite sono stati pagati amaramente.

Nocerino 7: E’ lui il mattatore del centrocampo di oggi. Tanto lavoro sporco e fisicità, ma anche buoni inserimenti e conclusioni. E’ molto bravo a trasformare i palloni recuperati in azioni offensive.

Migliaccio 6: Il solito contributo atletico e la forza nel gioco aereo. Oggi ha fatto il compitino, ma senza strafare.

Pastore 7,5: Partita bellissima quella del talento argentino. Nel primo tempo è l’unico che prova a reagire al forcing avversario e dal vantaggio in poi, diventa l’attore principale dell’attacco rosanero. I giochi di prestigio fanno impazzire i difensori senesi che sono costretti a fargli fallo in raddoppio per fermarlo. Zamparini intende blindarlo con un rinnovo contenente una clausola di 50 milioni per cederlo e guardando la partita di oggi, non gli si puà dar torto.

Miccoli 7: Voleva entrare nella storia del Palermo e lo ha fatto. Raggiunto Dante Di Maso a quota 40 gol in maglia rosanero. Si era visto poco prima della rete, ma i grandi giocatori colpiscono alla prima occasione e lui, di certo, merita di essere considerato un grande campione. Esce per Hernandez, ma essendo diffidato è giusto così, in vista della finalissima con la Sampdoria.

Cavani 7,5: Non doveva giocare dall’inizio e invece si rivela fondamentale per questa vittoria. Il vantaggio rosanero è un gol da bomber di razza e per il resto la sua partita è stata tanta corsa, sacrificio e generosità, senza tralasciare la tecnica nelle proiezioni offensive. Ha fatto bene Zamparini a rinnovare il suo contratto. Chi vuole Cavani, deve tirare fuori dal portafoglio almeno 25 milioni di euro. Questa è la meritata clausola.

Hernandez 6: Anche quando entra per giocare scampoli di partita, sa sempre rendersi pericoloso. Tutti i suoi estimatori sono curiosi di vederlo la prossima stagione.

Bertolo sv

Budan sv

Giuseppe Greco

Iscriviti al canale Telegram di NewNotizie per non perdere nessun aggiornamento: CLICCA QUI!